Covid in casa di riposo, operatrice stremata accudisce da sola gli anziani. Saranno trasferiti entro stasera

1063

Entro questa sera saranno tutti trasferiti gli anziani ospiti della casa di riposo “Chiara Luce” di Caltanissetta. Otto su dieci sono positivi al covid e anche gli operatori della struttura sono contagiati. Ad assistere gli anziani ospiti da venerdì scorso è rimasta una sola operatrice socio sanitaria che ha lavorato giorno e notte lanciando sos all’esterno per essere aiutata.

“Chiedo aiuto ad ogni singolo cittadino mi sento sequestrata, esausta, allo stremo delle forze – ha scritto Rosanna Anzalone -.Tutte le Autorità sono state allertate ma di fatto io sono ancora qui con nove anziani ammalati che possono fare affidamento soltanto su di me, chi abbia coscienza agisca con massima urgenza. Stamane sfinita ho chiamato il 118 perché stavo male e non mi hanno voluta portare al pronto soccorso perché “soltanto” stressata psicofisicamente non potendo riposare e dormire da oramai 5 giorni ma i miei parametri essendo regolari non sono bisognosa di cure. Mi auguro che tutto ciò finisca bene in primis per gli anziani e anche per me. Abbiate umanità e coscienza”.

Secondo quanto riportato da Annalisa Petitto, consigliere comunale di Caltanissetta, la notte scorsa è stato effettuato un ricovero d’urgenza di un anziano. “La richiesta di aiuto disperato che la signora Anzalone, operatrice socio sanitaria, ha lanciato su Facebook qualche minuto fa. Nessuno interviene. E tutto ciò innanzi alla totale insensibilità ed inerzia da parte dei vertici ASP”.

Da pochi minuti è arrivata la notizia che entro questa sera con un intervento deciso dall’Asp insieme alla centrale del 118 e alla Croce Rossa tutti gli anziani ospiti saranno trasferiti.

“Già lunedì pomeriggio ho inoltrato al Sindaco, quale responsabile della Salute pubblica della città, al Direttore Generale dell’ASP Alessandro Caltagirone, al Direttore Sanitario Marcella Santino e al responsabile area-nord Covid-19 Benedetto Trobia una richiesta di intervento urgente ed immediato rappresentando la drammatica situazione della residenza. Sono passati due giorni e nulla è successo se non l’ulteriore precipitare della situazione: condizioni igienico sanitarie ai minimi termini e livelli di assistenza agli anziani ormai insostenibili, un ricovero d’urgenza con il 118 di un anziano nella nottata di ieri, la richiesta di aiuto disperato che la signora Anzalone ha lanciato su Facebook qualche minuto fa. La signora Anzalone Rosanna da 5 giorni è sola ad attendere alla cura fisica e personale degli 8 anziani, notte e giorno, animata solo dalla devozione al suo lavoro ma ormai allo stremo delle forze fisiche e psicologiche”.

Con una nota in risposta alla segnalazione via Pec, il sindaco aveva risposto ieri di essere stato chiamato più volte dalla signora Anzalone e di avere contattato telefonicamente il dottor Benedetto Trobia “al fine di eseguire con urgenza gli interventi necessari all’interno della casa di riposo”. Entro questa sera gli anziani saranno trasferiti.

foto Archivio

 

Commenta su Facebook