Covid-19: proseguono i controlli dopo la fine dello stato di emergenza. Dove serve il green pass

Proseguirà anche dopo la cessazione dello stato di emergenza l’azione di controllo delle Forze di Polizia finalizzata a verificare il rispetto delle nuove norme sull’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie e sul possesso della certificazione verde, base o rafforzata, nei settori e nelle attività ove, in base alle nuove regole, ne è prescritto l’esibizione.

A seguito del decreto-legge n. 24 del 24 marzo 2022, infatti, il Prefetto Chiara Armenia, anche alla luce del quadro epidemiologico che continua a far registrare un non trascurabile numero di casi, in linea con le direttive impartite dal Ministro dell’Interno, ha già diramato una circolare alle forze di polizia rinnovando l’invito a proseguire con mirati e capillari servizi di controllo su tutto il territorio provinciale, allo scopo di monitorare il rispetto delle nuove regole.

Il nuovo decreto rimodula la disciplina relativa all’obbligo di utilizzo dei dispositivi delle vie respiratorie e ridetermina i settori e le attività per l’accesso alle quali è prescritta l’esibizione del green pass base o rinforzato per il periodo compreso tra il 1° e il 30 aprile.

Pertanto i titolari e i gestori delle attività per le quali è richiesto l’uso delle mascherine e/o il possesso della certificazione verde sia base che rafforzata dovranno verificare che l’accesso alle stesse avvenga nel rispetto delle richiamate previsioni, al fine di evitare di incorrere nelle sanzioni prescritte dalla normativa.

A tal fine si comunica che sul sito della Prefettura sarà possibile visionare una tabella riepilogativa riportante le attività per le quali il nuovo decreto–legge prevede l’obbligo di indossare la mascherina e/o il possesso del certificato verde.

LEGGI la tabella con le attività in cui servono mascherina, green pass o green pass rafforzato.

Commenta su Facebook