Corsa clandestina di cavalli bloccata tra Piazza Armerina e Mazzarino. Quattro gelesi tra i fermati

1206

Piazza Armerina, blitz interrompe una corsa clandestina di cavalli: otto arresti, tra loro diversi gelesi. L’operazione è scattata all’alba di domenica, polizia e guardia di finanza hanno circondato un tratto della statale 117 Bis tra Piazza Armerina e Mazzarino. Dalle indagini coordinate dalla procura di Enna era emerso che la strada era stata scelta per una corsa clandestina di cavalli con il calesse. Agli arresti domiciliari Salvatore Gagliano, 41 anni, di Piazza Armerina, e Andrea Crisione, 52 anni, di Caltagirone: entrambi fantini. I fratelli Salvatore ed Emanuele Puccio, rispettivamente di 59 e 65 anni. Entrambi di Gela, sono accusati di essere gli organizzatori delle scommesse. Nelle loro case anche diversi farmaci veterinari. Arresti a casa pure per Rosario Cassarino, 46 anni, di Gela, fantino e proprietario di uno dei cavalli, Mario Novello, 40 anni, maniscalco, Calogero Abati, 20 anni, di Piazza Armerina e Giuseppe Emmanuello, 38 anni, di Gela, accusato di essere il coordinatore delle vedette.

Sequestrati in tutto quattromila euro a numerosi scommettitori, oltre a 19 cellulari. Sui telefonini sono stati trovati numerosi messaggi sulla gara che doveva svolgersi, ma anche filmati di altre competizioni clandestine che si erano tenute in diverse località siciliane. (foto archivio)

Il video dell’operazione

Commenta su Facebook