Coronavirus, morto il medico di Riesi. A settembre poteva andare in pensione ma ha continuato per i suoi pazienti

3181

E’ deceduto questo pomeriggio nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta il medico sessantanovenne di Riesi, Calogero Giabbarrasi. Il medico era in cura nel nosocomio nisseno dal 21 marzo dopo essere risultato positivo al coronavirus. Dal reparto di malattie infettive era stato trasferito in terapia intensiva per l’aggravarsi delle sue condizioni. Un rapido peggioramento dovuto a una polmonite provocata dal coronavirus.

Il medico nisseno lascia la moglie e una figlia. “Siamo vicini alla famiglia, ci stringiamo a tutti loro. Purtroppo fino a questo momento non si è riusciti a fermare il coronavirus”, ha commentato il sindaco di Riesi, Salvatore Chiantia. Giabbarrasi era un medico di medicina generale “massimalista” con 1 500 pazienti molto conosciuto e apprezzato.

“Poteva andare in pensione a settembre ma aveva chiesto di prolungare per tre anni – rivela il sindaco di Riesi -. Questa circostanza che ho appreso dai familiari ci raconta lo spirito di servizio di questo nostro concittadino”.

Commenta su Facebook