Coronavirus, l’Asp di Caltanissetta si prepara ad allestire fino a 60 posti letto in degenza ordinaria

372

Con una lettera dell’11 settembre l’assessorato regionale alla Salute guidato da Ruggero Razza ha inviato a tutte le Aziende sanitarie e ospedaliere della Sicilia il piano di posti letto per i ricoveri dei malati contagiati dal coronavirus.

Lo schema predisposto dalla Regione prevede la suddivisione dell’Isola in cinque bacini: Caltanissetta-Agrigento, Catania-Enna, Messina, Palermo-Trapani, Siracusa-Ragusa.

Nel bacino di Caltanissetta-Agrigento sono previsti 60 posti di degenza ordinaria al Sant’Elia di Caltanissetta e 40 a Ribera, sei posti di sub-intensiva al Sant’Elia e dieci a Ribera, otto di terapia intensiva a Caltanissetta (ad aprile l’obiettivo era di realizzarne 22) e dieci a Ribera.

Nel bacino Catania-Enna ci sono in tutto 90 posti di degenza ordinaria in tre strutture catanesi, otto di sub-intensiva e 28 di intensiva. A Messina tra Policlinico, “Papardino” e Barcellona 112 posti di degenza ordinaria, sette di sub-intensiva e 22 di intensiva. Nel bacino Palermo-Trapani sono sei le strutture interessate, cinque fra Palermo e provincia e una a Mazara del Vallo con dodici posti di degenza ordinaria (dei 180 complessivi). E infine, nel bacino Ragusa-Siracusa, 122 posti di degenza ordinaria, otto (tutti a Siracusa) di sub-intensiva e 22 di intensiva.

Commenta su Facebook