Coronavirus. Indicazioni per gli uffici giudiziari, la presidente Vagliasindi scrive al responsabile di Sanità pubblica dell’Asp

339

La presidente della Corte d’Appello, Maria Grazia Vagliasindi ha scritto al direttore dell’unità operativa di Sanità pubblica e medicina preventiva dell’Asp “per richiedere indicazioni utili allo scopo di garantire la massima sicurezza possibile del personale”. “E’ accertato – scrive il magistrato – che soggetti affetti da coronavirus hanno frequentato i locali degli uffici giudiziari del Palazzo di Giustizia di Caltanissetta, del Tribunale di Sorveglianza, del Tribunale per i Minorenni, dell’Ufficio del Giudice di Pace e dell’UNEP”. Tenuto conto dell’altissimo tasso di mobilità del personale amministrativo e dei magistrati, la misura organizzativa più adeguata appare quella della restrizione massima delle presenze fisiche all’interno degli uffici giudiziari. La presidente Vagliasindi fa però presente “che permangono alcuni settori dell’attività giurisdizionale che richiedono – in caso di trattazione -, la presenza fisica di magistrati e personale”.

Nei primi giorni di marzo la stessa presidente della Corte d’Appello aveva diramato una circolare con cui si limitavano gli spostamenti all’interno degli uffici e gli assembramenti in modo da contenere tutte le occasioni di contatto.

La nota è stata trasmessa dalla presidente della corte d’Appello anche per conto del Procuratore Generale, dei Presidenti dei Tribunali, dei Procuratori della Repubblica, della magistratura togata e onoraria e del personale amministrativo di tutti gli uffici giudiziari della Corte di Appello di Caltanissetta.

Commenta su Facebook