Coronavirus, impennata di casi a Niscemi. Il sindaco Conti: “Situazione seria, serve collaborazione di tutti”

267

22 positivi tra i 170 tamponi eseguiti ieri sui partecipanti ad una festa di compleanno ed ai relativi contatti; altri due positivi nello screening partito stamane con tamponi rapidi. Sono questi i numeri dell’epidemia di coronavirus nelle ultime ore a Niscemi. Ai 24 casi di oggi si aggiungono i 16 scoperti nei giorni scorsi tra cui vi sono tanti giovani.

“La situazione è assolutamente seria”, ammette il sindaco Massimiliano Conti, che invita i concittadini ad una riflessione sui prossimi passi da compiere e sulle regole da seguire. “Non ci si può vedere in giro senza l’utilizzo della mascherina, non ci si può riunire per festeggiamenti che possono essere rimandati. Vi invito ad evitare festeggiamenti e compleanni che possono portare ad assembramenti. Stiamo valutando una forte azione repressiva sul fronte dei controlli. Non vogliamo danneggiare alcuna attività ma tutti insieme dobbiamo fare una riflessione. Se questi sono i numeri del contagio a breve potrebbero arrivare provvedimenti restrittivi che dobbiamo evitare”. Il riferimento è alla possibilità che Niscemi venga dichiarata zona rossa, un’evenienza che il sindaco intende scongiurare anche grazie ad un’incessante attività di contact tracing svolta dall’autorità sanitaria che ha portato a isolare centinaia di persone, alcune delle quali sono risultate positive quando erano già state poste in quarantena.

“Mi rivolgo ai giovani che non utilizzano la mascherina nei luoghi pubblici: il dato preoccupante di oggi è che su 22 tamponi positivi, 17 sono di giovanissima età, legati ad un cluster ormai isolato poiché sono tutti in isolamento obbligatorio da lunedì scorso”. Niscemi è la prima città in cui sono stati impiegati i tamponi rapidi. Domani verranno effettuati altri mille test all’istituto Leonardo Da Vinci

“La situazione è grave ma è sotto controllo perché abbiamo isolato tutti i partecipanti alla festa e i relativi contatti e stiamo controllando tutta la popolazione scolastica”, conclude il sindaco di Niscemi.

Pubblicato da Massimiliano Conti su Venerdì 2 ottobre 2020

Commenta su Facebook