Coronavirus. Controlli della Polizia, 41 persone denunciate a Caltanissetta e provincia

951

Sciolto assembramento di 15 persone al belvedere di Niscemi, chiuse due parrucchiere a Gela e Niscemi. In cinque giocavano a briscola nei tavoli esterni di un bar chiuso di Caltanissetta.

Continuano i controlli della Polizia di Stato in tutta la provincia di Caltanissetta per verificare il rispetto delle disposizioni di prevenzione e contenimento contro il coronavirus attuate dal Governo. Tra giovedì sera e venerdì mattina denunciate altre 41 persone per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. Nel Capoluogo nisseno i poliziotti della sezione volanti hanno denunciato 24 persone: 9 trovate in giro senza autocertificazione e senza validi motivi per stare fuori di casa. 5 poiché giocavano a briscola in un tavolo esterno di un bar chiuso. Altre 4 persone assembrate all’interno di un bar e 6 all’interno di un garage, ubicato nel quartiere Angeli del centro storico, mentre consumavano aperitivo e stuzzichini. A Gela i poliziotti del commissariato hanno trovato quattro persone all’interno di una parrucchieria, nonostante il divieto di chiusura. Dal controllo è inoltre emerso che i titolari non erano in possesso delle necessarie autorizzazioni e oltre all’immediata chiusura saranno sanzionati. A Niscemi chiusa una sala da barba e denunciato il titolare, anche quest’ultimo oltre a chiudere l’esercizio sarà sanzionato. Infine, sempre a Niscemi, gli agenti hanno sciolto un assembramento di 15 persone che stazionavano al belvedere incuranti delle disposizioni ministeriali, a salvaguardia della salute pubblica.

“Comportiamoci responsabilmente e restiamo a casa limitando gli spostamenti solo ai casi di effettiva necessità previsti dal decreto. Ricordate di munirvi dell’autodichiarazione per facilitare e velocizzare i controlli da parte degli agenti. Le pattuglie ne sono fornite ma potete scaricarla al seguente link https://www.poliziadistato.it/statics/29/modulo_autodichiarazione_10.3.2020.pdf.pdf

Commenta su Facebook