Coronavirus, 200 morti in Sicilia. I contagi in provincia di Caltanissetta dall’inizio dell’emergenza sono 140

922

Un nuovo caso positivo a Serradifalco e un nuovo ricovero nel reparto di malattie infettive del Sant’Elia di un paziente proveniente da Realmonte. Questo l’aggiornamento sull’emergenza coronavirus nella provincia di Caltanissetta che dall’inizio dell’emergenza registra 140 casi di infezioni da n-Cov-Sars2 di cui 10 provenienti dalla provincia di Agrigento.

Il dato dei ricoverati in malattie infettive è adesso di 14 pazienti (11 al S.Elia e 3 al V.Emanuele) mentre sono 91 le persone risultate positive al tampone e attualmente in regime di isolamento domiciliare con sorveglianza attiva. 17 i guariti e 13 i deceduti. Il numero più elevato di contagi si è registrato a Caltanissetta con 59 casi di cui 4 attualmente ricoverati, 39 in isolamento domiciliare, 2 ricoverati fuori provincia, 9 guariti e 5 deceduti. Seguono San Cataldo con 25 casi (2 ricoverati, 18 in isolamento domiciliare, 2 guariti e 3 deceduti), Gela con 19 casi complessivi, Serradifalco con 12 (1 ricoverato, 9 in isolamento, 1 guarito e 1 deceduto). Ad oggi nessun caso di coronavirus si è registrato nei Comuni di Acquaviva, Bompensiere, Butera, Campofranco, Delia, Montedoro, Sommatino, Sutera, Vallelunga e Villalba.

In Sicilia

Sono 200 i decessi in Sicilia e 315 le persone guarite. Dall’inizio dei controlli i tamponi effettuati sono stati 49.772. Nelle ultime 24ore ne sono stati eseguiti 2.057 di cui 45 sono risultati positivi ovvero il 2,2 percento. In totale il numero dei casi positivi in Sicilia dall’inizio dell’emergenza è di 2.717 mentre, attualmente sono ancora contagiate 2.202 persone.
Degli attuali 2.202 positivi, 563 pazienti (-5) sono ricoverati, dei quali 41 in terapia intensiva mentre 1.639 sono in isolamento domiciliare.

Commenta su Facebook