Cooperative immobiliari, solo diritto di superficie per i proprietari. I Moderati: “Così non si può né vendere né comprare”

992

Una delibera che consenta ai proprietari di immobili in cooperative immobiliari di acquisire il diritto di piena proprietà e poter così vendere le abitazioni, pagando un corrispettivo per mutare il diritto di superficie in proprietà.

moderati-per-clI Consiglieri Comunali Guido Delpopolo, Rita Daniele e Walter Dorato, del Gruppo Consiliare Moderati per Caltanissetta, hanno presentato un interrogazione consiliare al Sindaco, con la quale chiedono interventi rapidi sulla risoluzione della problematica inerente la vendita degli immobili costruiti in cooperative immobiliari, sui terreni concessi dal Comune ai sensi della legge 22 ottobre 1971 n 865.

Nella sostanza i singoli proprietari, in ottemperanza della Legge n. 14 del 24 febbraio 2012 dovranno pagare una tassa stabilita dal Comune per mutare il diritto di superficie in diritto di piena proprietà. Queste case ad oggi usufruiscono della concessione del diritto di superficie e, quindi, devono essere vendute con importi stabiliti dai Comuni secondo dei parametri ben precisi”.

Il Comune di Caltanissetta – spiegano i “Moderati” – a differenza di tanti altri comuni (come per esempio San Cataldo), non si è ancora attivato, come richiede la Legge, a calcolare la percentuale dalla quale si dovrà fissare il corrispettivo che ognuno dovrà versare alle casse comunali”.

Questa inadempienza dell’Amministrazione comporta, ad oggi, che i cittadini non possano né vendere , né acquistare un immobile , con la conseguente mancata erogazione dei mutui, mancata predisposizione degli atti di compravendita presso i notai e presso le agenzie immobiliari che ancora attendono la risoluzione del problema”.

Tutto ciò sta causando un rallentamento della crescita economica nissena. Infatti i Consiglieri riferiscono di aver ricevuto lamentele da parte di Notai, Agenti immobiliari e soprattutto cittadini che non riescono a comprare o vendere gli immobili, perché ancora attendono dal Comune la definizione di questi conteggi.

I vari passaggi per la definizione della pratica, spiegano i Moderati, sono i seguenti: l’ufficio tecnico deve predisporre una proposta di delibera, che dovrà essere presentata in II commissione (urbanistica), e in IV commissione (bilancio), per poi essere discussa e votata in Consiglio Comunale.

Nell’interrogazione il Gruppo dei Moderati per Caltanissetta, chiede al Sindaco se sia a conoscenza di tale problematica, se abbia intenzione di dare direttive agli uffici al fine di predisporre la proposta di delibera, e la tempistica che occorre per risolvere questo importante problema per l’economia della nostra Città.

Commenta su Facebook