Contributi a fondo perduto, entro fine mese i bandi. Oltre un miliardo alle imprese con il Fesr

1127

Innovazione, ricerca e competitività delle piccole e medie imprese. Sono le direttrici su cui si sviluppano i bandi dell’assessorato attività produttive per il nuovo programma del Fondo europeo di sviluppo regionale.

IMG_4430“Siamo all’inizio di una nuova stagione con i bandi legati alla ricerca e innovazione oltreché alla competitività delle imprese con un programma operativo di 4,5 miliardi di cui 1,1 miliardi gestiti dall’assessorato attività produttive”, ha spiegato l’assessore regionale Mariella Lo Bello presente lunedì mattina al Centro Abbate per un incontro con imprese, professionisti e rappresentanti degli enti locali.

Presente l’Ordine dei commercialisti che ha patrocinato l’evento insieme al Comune di Caltanissetta, Confindustria centro Sicilia, Sicilia Impresa, Camera di commercio. Con la nuova programmazione 2014 – 2020 vi sarà un regime De minimis fino all’80% quindi 200 mila euro per 250 mila euro di finanziamento, contributi a fondo perduto per le imprese e fondi per la ricerca e l’innovazione. I bandi saranno emanati a breve, ha assicurato il dirigente dell’assessorato, Alessandro Ferrara.

“La maggior parte delle azioni per le imprese – spiega Ferrara – fanno capo al dipartimento attività produttive. I bandi saranno emanati quanto prima. In questo momento è all’attenzione della Corte dei conti il decreto presidenziale che approva i bandi, dopo la registrazione i bandi saranno pubblicati probabilmente entro fine mese”.IMG_4428

Soltanto l’assessorato Attività produttive gestirà un miliardo e cento milioni di euro per ricerca e innovazione e aiuti alle piccole e medie imprese. “Bisogna inserirsi bene, con le idee chiare con imprese in condizioni di far fronte agli impegni assunti dopo aver chiesto i benefici”, puntualizza il dirigente generale del dipartimento regionale.

Per l’assessore Mariella Lo Bello “la presenza dell’Ordine dei commercialisti dà la misura di una novità”. “I professionisti oltre ad essere a servizio di chi parteciperà ai bandi, possono partecipare loro stessi come piccole imprese”.

I nuovi bandi prevederanno anche contributi a fondo perduto dal 25% per le grandi imprese al 35% per le medie imprese fino ad arrivare al 45% a fondo perduto per le piccole imprese.

Commenta su Facebook