Contrattazione decentrata, Fp Cgil diffida il Comune di San Cataldo per comportamento antisindacale

81

“La funzione pubblica della Cgil ha inviato formale diffida per comportamento antisindacale al Comune di San Cataldo a causa del mancato riscontro alle diverse note di richiesta di chiarimenti e di incontro il cui fine era quello di definire un proficuo confronto per comprendere le ragioni delle palesi violazioni del contratto enti locali contenute nel contratto decentrato siglato a Dicembre 2019”. Lo comunicano in una nota il segretario generale della Fp Cgil, Rosanna Moncada e il responsabile della camer adel lavoro di San Cataldo, Paolo Anzaldi.

“Un contratto – dicono – che la FP CGIL non ha firmato proprio a causa delle difformità riscontrate. Chiediamo il rispetto delle norme e dei contratti e chiediamo che avvenga nei posti ad uopo previsti, ossia i tavoli di contrattazione. Il comportamento antisindacale adottato dal Comune di San Cataldo ha oggettivamente ostacolato e leso gli interessi collettivi di cui la scrivente O.S. è portatrice, impedendo di fatto la regolare instaurazione delle trattative e l’esercizio della libertà sindacale costituzionalmente garantito”.

“Ogni diritto negato è un diritto leso ed è per questo che abbiamo diffidato e invitato l’Amministrazione Comunale a interrompere la condotta antisindacale posta in essere nei confronti della scrivente Organizzazione Sindacale e degli interessi collettivi di cui è portatrice e, di convocare la scrivente O.S., nonché tutte le altre OO. SS., per avviare, anche con modalità telematiche, le trattative e la necessaria contrattazione sul CCDI al fine di armonizzare le norme in esso contenute con il CCNL, con avviso che in caso di mancata convocazione nei termini fissati si provvederà a tutelare le ragioni dei propri associati nelle opportune sedi giudiziarie”.

Commenta su Facebook