Consorzio Universitario e Associazione MeNO illustrano i benefici dell’iscrizione al registro del terzo settore

Il Consorzio Universitario di Caltanissetta e l’Associazione MeNO hanno organizzato il workshop “Terzo Settore, Impresa e P.A.: Nuove sfide e opportunità”.

Un progetto inserito all’interno del Progetto Skill, organizzato dal Consorzio per ridurre il gap tra domanda e offerta di lavoro e allineare la necessità di competenze richieste dalle imprese con quelle possedute dal professionista o aspirante tale.

L’evento, organizzato per Imprese del Terzo Settore, Associazioni e Pubbliche Amministrazioni, ruotava attorno agli adempimenti fiscali al quale è soggetto questo circuito.

L’Impresa sociale, infatti, è differente rispetto alle altre per l’impatto sociale che genera nel contesto di riferimento e per la mission verso la quale è proiettata.

Una logica imprenditoriale, quella dell’impresa sociale, che si confronta con obiettivi e finalità differenti rispetto a quelle perseguite dalle altre PMI, orientate esclusivamente all’incremento del profitto economico.

A tal fine sono state ideate e create normative italiane ed europee che, al di fuori delle logiche dei tradizionali codici contrattuali nazionali, sono adattabili a questi particolari contesti di economia circolare.

Gli esperti che sono intervenuti alla giornata di studio hanno sottolineato i benefici legati all’iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) e gli elementi gestionali/ fiscali imposti dal sistema.

Una maglia molto ampia poiché, affinché questo sistema possa funzionare bene, è necessario coinvolgere non soltanto i referenti del terzo settore ma anche imprese e pubbliche amministrazioni potenzialmente coinvolte.

Dopo i saluti iniziali del Presidente del Consorzio Universitario di Caltanissetta Walter Tesauro e del Presidente di MeNO Roberto Albergoni, i relatori hanno iniziato i loro interventi.

Si sono alternati l’Avvocato e Presidente del network TraMe Mario Albergoni, l’Esperta in progettazione culturale e Vicepresidente MeNO Margherita Orlando, la Dottoressa Alessandra Di Forti di Banca Intesa Sanpaolo, il Dirigente della Regione Siciliana Maurizio Pirillo, il Sociologo e docente dell’Università Magna Grecia di Catanzaro Massimo Fotino, l’Ingegnere Gestionale e network TraMe Maria Grillo, la Dirigente ENEA Marina Sorrentino e la Commercialista componente del network TraMe Dottoressa Ileana Chifari.

L’uditorio ha ascoltato con attenzione la societarizzazione degli ETS e i modelli di attuazione del principio di amministrazione condivisa, i profili di responsabilità della P.A., la coerenza al principio di efficacia dei sistemi informativi della PA, il valore della partecipazione nei processi di cittadinanza attiva, l’esperienza di partenariato pubblico-privato nei processi di rigenerazione urbana basati sulla valorizzazione culturale, il nuovo Piano di Azione sull’Economia Sociale della UE, il principio di non arrecare danno significativo all’ambiente, gli elementi gestionali/fiscali imposti dal RUNTS.

Un incontro formativo illuminante per i partecipanti che hanno ben compreso come le normative legate al terzo settore, se correttamente perseguite, possono agevolare le attività professionali e consentire all’impresa interessata di crescere in qualità e in dimensioni aziendali.

Commenta su Facebook