Congressi Udc. Miccichè “gioca” la sua partita, Cesa scomunica

972

Mentre l’Udc della provincia di Caltanissetta, così come il partito sta facendo nelle nove province siciliane, si accinge a celebrare il congresso provinciale, dalla segreteria nazionale arriva la scomunica alla convocazione degli stessi congressi.

Nella serata di mercoledì, alla presenza dell’Assessore regionale al lavoro, il deputato Gianluca Miccichè si è svolto a Caltanissetta un incontro tra gli esponenti dell’UDC (segreterie cittadine, Assessori e Consiglieri comunali).

la partita di calcetto degli esponenti Udc
la partita di calcetto degli esponenti Udc

Lo spunto è stato dato da una partita di calcetto organizzata dalla Segreteria provinciale, ma sicuramente più importante è stato il “dopo partita” quando i diversi organi del partito si sono ritrovati a discutere in un noto ristorante nisseno della situazione politica locale e regionale.

“E’ notorio che tutto il sistema politico nazionale sta attraversando un momento di riflessione che non riguarda solo i partiti ma anche le modalità e le regole che determineranno la geografia dei nostri rappresentanti nelle varie istituzioni, ed è naturale che a livello locale ci si interroghi su quelli che saranno gli sviluppi futuri ai vari livelli.”, spiega in una nota la segreteria provinciale del partito. Che parla di “una situazione nazionale in piena evoluzione, insieme alle incognite della nuova legge elettorale e del “prossimo” referendum sulla nuova costituzione, non danno la possibilità di potere definire scenari certi”.

“L’unica vera risposta arrivata dall’incontro della scorsa sera è stata quella di una grande unità delle varie componenti politiche e amministrative che rappresentano l’UDC nisseno e della volontà comune di proseguire in quell’azione di espansione e affermazione dei nostri principi moderati di buona amministrazione. Un motivo in più per stringersi attorno alla persona dell’on. Miccichè che con il suo carisma e la sua azione politica rappresenta un riferimento non solo nisseno per l’UDC”.

Il tutto in attesa della celebrazione del congresso provinciale in programma sabato 23 luglio con inizio alle ore 9:00 presso l’Istituto Testasecca di Caltanissetta nel corso del quale verranno eletti il segretario provinciale, 30 componenti del comitato provinciale e 24 delegati al congresso regionale.

Ma, come detto, la Segreteria politica nazionale dell’Udc ha inviato una nota ai responsabili provinciali del partito delle 9 Province siciliane in cui si comunica che “l’autoconvocazione dei rispettivi congressi provinciali è da considerarsi del tutto illegittima, ai sensi dell’art. 41 dello Statuto del partito. Pertanto, la convocazione dei Congressi provinciali è da ritenersi nulla”, riferisce una nota dell’Ufficio stampa nazionale dell’Unione di centro.

Commenta su Facebook