Confisca definitiva dei beni per il commerciante Vincenzo Ferrara. Nel patrimonio anche 175 polizze vita

2202

Confisca definitiva dei beni a carico del commerciante nisseno Vincenzo Ferrara, 49 anni. Ad eseguire la confisca di beni del valore di circa un milione e mezzo di euro, gli uomini della divisione anticrimine della Polizia di Stato in esecuzione al decreto della sezione misure di prevenzione del Tribunale, divenuto irrevocabile lo scorso mese di giugno, a seguito di sentenza della Cassazione che ha dichiarato inammissibile il ricorso dell’interessato. I beni oggetto del provvedimento erano stati sottoposti a sequestro nell’aprile del 2011, ai sensi della normativa antimafia.

Il provvedimento ablativo reale, ora irrevocabile, riguarda sette beni immobili, quote di attività commerciali, cinque rapporti finanziari (conti correnti, deposito titoli, buoni fruttiferi), 175 polizze vita e otto beni mobili registrati, ritenuti il frutto dell’attività illecita compiuta dal Ferrara Vincenzo, e intestati ai parenti più stretti. Ferrara annovera precedenti penali e di polizia per associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, traffico di stupefacenti ed altro.

Commenta su Facebook