Confermato il finanziamento da un milione di euro per lo stadio Tomaselli. Dal Coni via libera al progetto

Dopo il via libera della giunta comunale arrivato a ottobre al nuovo progetto di riqualificazione dello stadio Tomaselli di Caltanissetta, arriva anche l’ultimo parere favorevole della società del Coni “Sport e Salute” con il quale viene confermato il finanziamento da 960 mila euro per il rifacimento del manto erboso in erba sintetica e altre opere che renderanno lo stadio nisseno di Pian del lago più moderno e attrattivo per ospitare eventi sportivi nel centro Sicilia.

Il progetto aveva già ricevuto l’approvazione della Lega nazionale dilettanti di Calcio per la Sicilia, della Federazione Italiana Rugby e del Coni. L’ultimo ok necessario, arrivato nei giorni scorsi, era proprio quello della società “Sport e Salute” che finanzia l’opera attraverso il bando sport e periferie.

Aspettavamo da diverse settimane lultimo provvedimento della società Sport e Salute, ex CONI Spa, che ha sottoscritto la nuova convenzione sul finanziamento del progetto inserito nel bando Sport e Periferie per i lavori di rifacimento del manto erboso in erba artificiale dello stadio Marco Tomaselli – spiega l’assessore allo sport della giunta Gambino, Fabio Caracausi -. Sono passati 4 anni, il bando è del 2016 e tra mille difficoltà oggi possiamo essere soddisfatti del risultato ottenuto. Un anno fa liter procedurale si era bloccato ed era alta la probabilità di perdere il finanziamento vista la lungaggine dei tempi. Quando sono arrivato in Comune ho iniziato a occuparmi con priorità insieme al dirigente della direzione dei lavori pubblici Tomasella e al suo staff di progettisti, per trovare una soluzione risolutiva. Tramite le istituzioni sportive, il delegato provinciale del Coni Giorgio Giordano, il presidente regionale della Federazione Italiana Rugby, Orazio Arancio e il vice presidente della LND Sandro Morgana, con i quali abbiamo ottimi rapporti di collaborazione, ho verificato se in seguito al ritiro della gara in autotutela potevamo ripresentare il progetto salvando il finanziamento e attingendo nuovamente allintero importo di 960.623,27 . Siamo riusciti ad inserire anche maggiori risorse per la riqualificazione della pista di atletica leggera per la quale nel futuro vorremmo ottenere lomologazione per le competizioni con un ulteriore finanziamento. Omologazione che attualmente limpianto non possiede”.

Insieme al dirigente Giuseppe Tomasella, hanno fatto parte della squadra di progettisti i tecnici Eduardo Garito, Lucio Giannavola, Marco Petrotto e Gianfranco Sardo, tutti in forza all’ufficio tecnico. L’intervento è stato progettato rispettando i criteri e le modalità previsti nel regolamento emanato dalla Lnd il 4 aprile 2019 e prevede la rimozione del manto in erba naturale esistente e di parte del terreno; la risagomatura e riconfigurazione della superficie; la posa in opera di una membrana impermeabilizzante; la realizzazione del sistema di drenaggio, dei pozzetti di raccolta dell’acqua e dell’impianto di irrigazione.

Il manto in erba artificiale drenante sarà certificato in “classe 1” di resistenza al fuoco nel rispetto del regolamento Lnd e World Rugby vigente al fine di ottenere le rispettive omologazioni. Saranno anche fornite nuove porte di calcio e rugby. La segnatura del campo verrà realizzata ad intarsio tramite taglio del manto solo per le linee in comune tra le due discipline mentre le restanti linee di gioco verranno realizzate secondo l’uso con vernice delebile attestata dalla Lnd Servizi s.r.l.

Un ringraziamento va agli uffici, alle istituzioni e alle associazioni sportive di calcio, rugby e atletica per limpegno, la dedizione e la collaborazione con le quale oggi siamo soddisfatti di questo risultato – afferma Caracausi –. Il progetto di riqualificazione del Marco Tomaselli riporterà l’impianto ai vecchi splendori ricordando che negli anni 90 era uno tra gli stadi più belli e funzionali del sud Italia. Aspettiamo adesso il termine di questa già travagliata stagione sportiva per la realizzazione dei lavori. Il mese scorso sempre nellambito del finanziamento Sport e Periferie edizione 2020 abbiamo presentato il progetto di riqualificazione del centro polivalente M. Cannavoper la realizzazione di un manto in erba sintetica di ultima generazione nel quale poter svolgere campionati giovanili e di categoria”.

Il progetto prevede anche la manutenzione straordinaria della pista di atletica leggera con il ripristino della pavimentazione danneggiata, il retopping della superficie e il rifacimento della segnaletica orizzontale; pulizia e sostituzione delle canalette di scolo danneggiate e delle griglie e infine la fornitura e posa in opera di cordolo in alluminio.

Commenta su Facebook