Condanne per 240 anni di carcere per l'omicidio Bennici di Niscemi. 30 anni anche al boss Giugno

1069

Giugno Giancarlo Maria LucioCondanne per 240 anni di reclusione comminate per mandanti ed esecutori dell’omicidio di Roberto Bennici, assassinato il 23 ottobre 1990 in un bar di Niscemi (Caltanissetta) nell’ambito della faida mafiosa che vedeva contrapposte Cosa nostra e la ‘Stidda’.

Il Gup del tribunale di Catania ha condannato col rito abbreviato Salvatore Calcagno, 59 anni, Rosario La Rocca, 57 anni, Giovanni Passaro, 57 anni, Pasquale Trubia, 46 anni, Angelo Tisa, 46 anni, Salvatore Siciliano, 49 anni, Emanuele Cassara’ 43 anni, Emanuele Iozzia, 52 anni.

Sono tutti considerati esponenti della cosca Madonia, legata a Cosa nostra di Caltanissetta. Trent’ anni pure per Giancarlo Maria Lucio Giugno, 54 anni, nei confronti del quale il Pm aveva chiesto la concessione delle attenuanti generiche per avere ammesso la propria responsabilita’. Unico assolto Giuseppe Tasca, 41 anni, cosi’ come aveva chiesto il Pm, per non avere commesso il fatto. Il Gup ha liquidato ai familiari della vittima, che si sono costituiti parte civile, 50 mila euro per ogni familiare per il risarcimento del danno morale.

Commenta su Facebook