Con gli “Onconauti” il primo percorso di riabilitazione integrata oncologica a Caltanissetta. Dallo yoga all’alimentazione il recupero passa dalla persona

Un approccio globale alla persona per la riabilitazione integrata oncologica. L’associazione Onconauti, sezione di Caltanissetta, propone percorsi per pazienti e famiglie che promuovono una presa in carico della persona e la promozione di uno stile di vita salutare integrando la medicina convenzionale con interventi in tema di alimentazione, supporto psicologico, fisioterapia ad attività previste da discipline non convenzionali quali yoga, riflessologia, arteterapia. L’obiettivo è quello di rendere il paziente oncologico protagonista attivo nel percorso di miglioramento dello stato di salute. Una riscoperta di sé e al contempo un ritorno alle relazioni sociali. Responsabile scientifico del corso è il medico oncologo Stefano Vitello. Onconauti è un’associazione nazionale con sede a Bologna e numerose sezioni sparse per l’Italia che ha fatto di questi interventi integrati la sua principale mission.

Il percorso si svolgerà con incontri settimanali da novembre a maggio e prevede una quota di iscrizione popolare (50 euro per sei mesi, ndr.). Le attività si svolgeranno presso la sede dell’Hathor Academy di via Salvati i cui locali sono pronti ad ospitare le diverse sessioni al chiuso mentre alcune attività come le passeggiate di gruppo si svolgeranno all’aperto. L’associazione ha avviato anche il progetto “Return to work” che coinvolge aziende e dipendenti per il reinserimento lavorativo e il recupero dell’efficienza lavorativa degli “Onconauti”.

“L’obiettivo è quello di migliorare lo stato di benessere, la consapevolezza di sé e le relazioni sociali fortemente minate per i pazienti oncologici in tempo di pandemia – sottolinea Vitello -, far recuperare l’equilibrio psico-fisico e la gestione delle emozioni. Sono inlcuse esperienze diverse di arteterapia, passeggiate di gruppo e pratiche di yoga. Un percorso integrato che presuppone una partecipazione settimanale con l’obiettivo di far tornare le persone alla normalità. Si tratta di percorsi basati su evidenze scientifiche elaborate insieme all’associaizone Onconauti per creare un connubbio tra l’equilibrio psicicho e quello fisico”.

Attraverso l’utilizzo di pratiche mente-corpo si aumenta l’autostima, la consapevolezza di sé e migliorando lo stile di vita si facilita la ripresa di una vita lavorativa e di coppia. Un percorso che dura sei mesi e si articola in incontri individuali e di gruppo con un dietista; conferenze sulla corretta alimentazione; incontri di cucina salutare; incontri di fisioterapia; lezioni di gruppo di yoga; incontri con la psicologa; masterstrech e stabilizzazione posturale; passeggiate in gruppo; estetica oncologica.

Commenta su Facebook