Commissioni consiliari. Cinquestelle alle prese con tira e molla per accesso atti

897

Il M5S Caltanissetta insieme ai suoi portavoce in data 30 Settembre 2015 ha presentato all’Amministrazione comunale nissena una lettera di sollecito circa le richieste di accesso agli atti riguardanti i verbali delle commissioni consiliari, nonché le schede di presenza, le delibere di pagamento dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali e l’elenco dei rimborsi corrisposti alle società datrici di lavoro del singolo consigliere.

“Ad oggi – spiega il M5S in una nota – il Comune ha corrisposto solo le schede di presenza, le delibere di pagamento e l’elenco dei rimborsi alle società private. A tal proposito è stata richiesta la collaborazione del M5S nisseno circa la fornitura di carta da utilizzare per le stampe e la disponibilità di personale affinchè potesse procedere alla fotocopiatura del detto materiale”.

I delegati dal portavoce Giancarlo Cancelleri, firmatario della richiesta di accesso agli atti, si sono recati più volte presso il Comune per ottenere la documentazione, “forniti di carta e buona volontà per le numerose fotocopie da effettuare, riscontrando la collaborazione dell’Ufficio di Presidenza”. Il M5S Caltanissetta elaborando i dati ottenuti dai primi atti, ha evidenziato “l’esasperato numero di commissioni svolte in nemmeno un anno di amministrazione, con il conseguente spreco di denaro pubblico e lo scarso rendimento dei consiglieri”.

L’accesso agli atti, al momento si è fermato ai verbali delle commissioni consiliari, che non sono stati ancora forniti.

“Ciò non è stato possibile in quanto si è innescato un meccanismo di rinvio e indisponibilità a fornire quanto richiesto, da parte dell’amministrazione comunale. A seguito di diverse visite presso Palazzo del Carmine, in data 11 Settembre l’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale ha finalmente dato la disponibilità ad estrarre copia dei verbali delle commissioni. I delegati, sono stati ancora una volta fermati a causa dell’intervento di alcuni consiglieri comunali, che si sono opposti sostenendo di non essere stati informati e che la procedura di acquisizione in formato digitale non era consentita. E’ anche intervenuto il Presidente del Consiglio Comunale che ha espressamente richiesto ai delegati di tornare in un secondo momento forniti di carta per la stampa, aggiungendo che i verbali inoltre sarebbero stati resi disponibili sul sito del Comune di Caltanissetta in data 16 Settembre 2015”.

“In realtà l’acquisizione digitale dei documenti non è vietata da alcuna norma, pertanto i delegati non dovevano essere fermati. Rendere pubblici i verbali consentirebbe a tutti i cittadini di conoscere il lavoro svolto dalle commissioni consiliari, ma forse l’amministrazione che si vanta di massima trasparenza vuole riservare grandi sorprese per i suoi cittadini e per questo non consente di visionare detti atti”.

Il M5S Caltanissetta ha rilevato che ad oggi “nessuno degli atti richiesti è visionabile sul sito del Comune, nonostante sia previsto per legge con termini di scadenza ben precisi, pertanto ha chiesto all’Amministrazione comunale di motivare per iscritto la mancata esibizione della documentazione richiesta nel mese di Luglio”.

Commenta su Facebook