Commissione sanità visita Pediatria del S.Elia. Il direttore Elia ammette: “non ci sono risorse per migliorarla”

1649

Prosegue l’attività della VI Commissione permanente (Sanità) nell’ambito delle proprie funzioni. Venerdì scorso i componenti della Commissione, presieduta dalla consigliera Rita Daniele e composta da Calogero Bellavia, Francesco Dolce, Walter Dorato, Davide Mirisola e Rosalinda Talluto, sollecitati anche da parecchie segnalazioni da parte dei cittadini, si sono recati all’ospedale Sant’Elia per constatare personalmente le condizioni del reparto di Pediatria, diretto dal dottor Giuseppe Cavaleri.

img_1812-Una situazione certamente non delle migliori quella che si sono trovati d’avanti i componenti della VI Commissione che, accolti in reparto dallo stesso primario Cavaleri che ha accompagnato i Consiglieri Comunali a visitare i locali di Pediatria. Carenza di bagni, sia per i pazienti che per chi si reca a fare visita ai piccoli ammalati e personale medico e paramedico insufficienti. Sono in totale sette i medici che prestano servizio nel reparto e tre gli infermieri, divisi due in Pediatria e uno in Neonatologia;  locali vecchi che andrebbero ristrutturati e, dulcis in fundo, reparti di Pediatria e Neonatologia praticamente uniti in un unico locale, con una promiscuità rischiosa per i giovani pazienti con patologie meno gravi, che sono costretti a condividere gli stessi ambienti con chi ha problemi più delicati.

Dopo la visita in reparto, il primario Cavaleri ha accompagnato i componenti della VI Commissione dal direttore del presidio ospedaliero, Raffaele Elia, per chiedere direttamente a chi programma gli interventi all’interno del nosocomio nisseno se vi siano, in tempi brevi, progetti di ristrutturazione del reparto di Pediatria.

Il direttore Elia ha illustrato con una lunga panoramica le tante difficoltà in cui versa l’ospedale, lamentando principalmente il continuo susseguirsi di interlocutori apicali.

Per dovere di cronaca, è opportuno ricordare che, che negli ultimi 3 anni all’ASP di Caltanissetta si sono susseguitili, ben 4 tra commissari straordinari e direttori generali in media uno ogni otto mesi, con inevitabile e grave pregiudizio per una corretta programmazione delle attività ospedaliere in generale.

Raffaele Elia ha condiviso con i componenti della Commissione la necessità di dover migliorare il reparto di Pediatria ma, sostanzialmente, ha dichiarato che “non vi sono le risorse per procedere in tal senso, sia sotto l’aspetto economico, considerato che ad oggi la direzione generale dell’ASP non ha previsto lo stanziamento di un budget per questi lavori e, soprattutto, per carenza di personale medico e paramedico.” Perché, si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di spostare il reparto di Pediatria nell’ala nuova dell’ospedale, lasciando Neonatologia nel posto dove si trova attualmente ma, per fare questo, come affermato sempre dal direttore Elia, occorrerebbe maggiore personale soprattutto infermieristico, cosa ad oggi impossibile.

I componenti della Commissione presenti all’incontro hanno manifestato al direttore del presidio ospedaliero la totale disponibilità a collaborare per cercare di risolvere il problema della Pediatria, ma anche per le tante problematiche che vi sono all’interno dell’ospedale del capoluogo.

Commenta su Facebook