Commissione Antimafia in Prefettura a Caltanissetta. Non ancora diffusa lista audizioni

1170

Sarà mercoledì a Caltanissetta la Commissione parlamentare antimafia per un ciclo di audizioni che inizierà alle 9 del mattino in Prefettura.
La commissione antimafia presieduta da Rosy Bindi farà un giro in Sicilia che toccherà anche Ragusa e Siracusa nell’ambito di un ciclo di audizioni che era già programmato da tempo ma che assume in questi giorni un significato diverso alla luce delle notizie che hanno riguardato il leader di Confindustria Sicilia Antonello Montante che sarebbe indagato per concorso esterno in associazione mafiosa dalla Procura di Caltanissetta. Va però detto che la Commissione parlamentare non può sovrapporsi a indagini in corso della Procura.
A pochi giorni dalla notizia che lo riguardò, Montante si autosospese dall’Agenzia nazionale per i beni confiscati alla mafia. Un gesto che la Bindi definì “una scelta opportuna”. “Bene ha fatto a separare il suo ruolo pubblico dalle vicende giudiziarie. Un gesto di responsabilità corretto – disse la Bindi – anche perché, al di là delle notizie di questi giorni su cui va fatta al più presto chiarezza, la presenza di un autorevole esponente di Confindustria nel direttivo dell’Agenzia configurava un possibile rischio di conflitto d’interessi, come del resto era stato segnalato nelle sedi opportune dalla Commissione Antimafia”.
Non si conosce ancora la lista delle personalità e dei rappresentanti di istituzioni che saranno ascoltati ma si preannuncia un’audizione lunga nella giornata di mercoledì. La Prefettura sarà blindata e l’area attorno viale Regina Margherita sarà sottoposta a limitazioni al transito in base alle esigenze di sicurezza.
Sono cinquanta i componenti della commissione Antimafia, provenienti dai due rami del Parlamento. A fianco della Bindi siede il vicepresidente, Claudio Fava, esponente siciliano di Sel.

Commenta su Facebook