Colto da malore mentre si trovava all’Acquapark di Sommatino: trasferito in elisoccorso al Sant’Elia

1275

Tragedia scampata questa mattina all’Acquapark di Sommatino dove un uomo di 60 anni è stato colto da un arresto cardiaco. L’uomo era arrivato insieme ad una comunità di Palma di Montechiaro, nell’Agrigentino, per trascorrere una tranquilla mattinata di sole e divertimento quando, mentre si trovava a bordo piscina, è stato colto da malore ed è caduto in acqua. Subito i bagnini della struttura hanno capito che qualcosa non andava e si sono tuffati per recuperare il 60enne. Una volta tirato fuori dalla piscina è stato trasportato nell’infermeria dell’Acqupark, già attrezzata per ogni emergenza con defibrillatore farmaci salvavita barelle, collari cercivicali e tutto il kit per la rianimazione. Allo stesso tempo è stata allertata l’infermiera responsabile che si è immediatamente precipitata per praticare il massaggio cardiaco all’uomo il cui cuore, poco dopo, ha ripreso a battere. Nel frattempo era già stata contattata la sala operativa del 118 che ha inviato sul posto un’ambulanza medicalizzata e l’elisoccorso arrivato dopo soli 3 minuti e 2 secondi e atterrato nel posteggio del parco che era stato sgomberato per consentire le manovre di atterraggio. L’uomo è stato intubato e trasferito all’ospedale Sant’Elia. Da qui è stato disposto il trasferimento al reparto di Rianimazione dell’ospedale di Enna. Le sue condizioni rimangono gravi anche per via di un’ipossia, carenza di ossigeno, dovuta alla caduta in acqua. Da rilevare comunque l’efficienza della struttura sommatinese dove sono presenti stumenti e personali pronti per qualsiasi tipo di emergenza. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Tenenza di Sommatino.

Commenta su Facebook