Coltivava “erba”, il giovane incensurato al giudice: “Solo uso personale”

1174

“Non ho mai voluto acquistare tale sostanza da gente che non conosco ed ho appreso da internet le tecniche di coltivazione”. Così il giovane 19enne incensurato Andrea Armando Polizzi si è difeso davanti al Gip, Francesco Lauricella, spiegando di non essere uno spacciatore ma soltanto un consumatore di marijuana.

Librizzi era stato arrestato dalla Squadra mobile martedì, quando gli agenti fecero irruzione in un’abitazione di via Paladini scoprendo alcune piante di “erba” e tutto il necessario per coltivarle. 34 piante in tutto, suddivise in tre serre indoor.

Per Polizzi i suoi legali, gli avvocati Ernesto Brivido e Andrea Di Carlo avevano chiesto la scarcerazione, anche alla luce della totale assenza di precedenti penali per il 19enne appena diplomato.

Di diverso avviso il Gip che ne ha disposto sì la scarcerazione ma sottoponendolo ai domiciliari.

Commenta su Facebook