Cisl: “Crescita e inclusione sociale per contrastare la dilagante povertà”

907

La Cisl regionale e interprovinciale di Caltanissetta Agrigento Enna, il 22 luglio, presso l’IRSAP di Caltanissetta, ha preso parte alla giornata di studio dedicata al “Sostegno per l’Inclusione Attiva”(SIA) e al “PON Inclusione” in Sicilia.

Questo appuntamento, rappresenta un’ulteriore tappa che la Cisl Siciliana, sta percorrendo, al fine di sostenere un nuovo modello di welfare che possa contribuire a disegnare la Sicilia di domani contro ogni forma di povertà. Infatti, Mercoledì 13 luglio a Catania, il tema, è stato già al centro di un importante seminario organizzato dalla Cisl Sicilia, che ha messo insieme i principali attori del territorio regionale e nazionale, per costruire una strategia comune a sostegno delle famiglie siciliane particolarmente toccate dalla crisi in una economia che manifesta timidi segnali di ripresa.

Come ha dichiarato Rosanna Laplaca, Segretario Regionale Cisl Sicilia, “il Nostro impegno contro ogni forma di povertà, rappresenta la strada per costruire un nuovo modello di rete, un’infrastruttura necessaria per disegnare la Sicilia di domani . E’ una strada che stiamo percorrendo con grande tenacia, soprattutto negli ultimi anni, per contrastare gli effetti devastanti della crisi a partire dalle aree metropolitane e sino alle aree più interne del Centro Sicilia. Pertanto, farsi trovare pronti a questo appuntamento, per l’avvio della misura SIA in Sicilia, diventa fondamentale per l’impatto reale che le Politiche sociali hanno sulla qualità complessiva del nostro Sviluppo. E’ un’occasione preziosa, per superare ogni logica assistenziale e per avviare un monitoraggio costante della misura attivata”.

Nel territorio nisseno, profondamente dilaniato da una persistente crisi degli attuali sistemi economici e di welfare , afferma Ilenia D’Antona, Segretaria territoriale Cisl AG CL EN, “CRESCITA E INCLUSIONE SOCIALE” rappresentano sicuramente, gli ingredienti necessari per contrastare il dilagante fenomeno della povertà, ingredienti che costituiscono un punto di partenza , per sostenere le famiglie in condizione economiche disagiate nelle quali sono presenti soprattutto minorenni, disabili o donne in gravidanza. Inoltre, l’attivazione di tale misura, rispetto alle passate sperimentazioni, introduce ulteriori elementi di innovatività , come la creazione di una rete integrata di interventi finalizzati al reinserimento socio-lavorativo dei cittadini che vivono in una condizione di bisogno, con un approccio assolutamente personalizzato e questo sicuramente rappresenta un importante valore aggiunto rispetto alle iniziative adottate nel passato”.

L’attivazione del SIA(sostegno inclusione attiva), pertanto, in capo ai Comuni, ha un ruolo strategico per favorire l’inclusione sociale nelle nostre realtà anche se con limitate risorse rispetto all’entità dei bisogni. Infatti, come afferma Emanuele Gallo, Segretario Generale Cisl Agrigento Caltanissetta Enna, “Diventa sempre più importante, mantenere alto il confronto con le Istituzioni, per garantire Crescita, Sviluppo e Sostegno all’inclusione, anche attraverso un necessario ed imprescindibile potenziamento dei servizi socio-lavorativi presenti nel territorio, con una misura stabile per il contrasto alla povertà e superando ogni logica assistenziale”.

Le domande, possono essere presentate dal 2 settembre 2016, ed entro due mesi dalla richiesta viene erogato il beneficio economico attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta SIA).Le carte vengono rilasciate da Poste Italiane e consentono di effettuare acquisti in tutti i supermercati, farmacie e parafarmacie abilitate. Inoltre può essere utilizzata anche per pagare bollette elettriche e del gas.

Caltanissetta lì, 25-07-2016

Commenta su Facebook