Cinquestelle per la sfiducia a Ruvolo. “Ma ognuno si assuma le proprie responsabilità”

803

Il Movimento Cinque Stelle di Caltanissetta, nel corso della consueta assemblea settimanale, ha manifestato la propria posizione favorevole rispetto alla mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco del Comune di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo.

“Ci dicano quando si voterà e noi, come sempre, ci saremo, sperando che ci siano anche gli altri”, afferma a nome del Movimento il consigliere comunale Giovanni Magrì.

“Dobbiamo certamente firmare quest’altra mozione di sfiducia, condividendo l’obiettivo di porre fine a questa fallimentare esperienza amministrativa. Salvo qualche limitata eccezione, non abbiamo mai condiviso le scelte della Giunta Ruvolo”.

“Oltre i gravi motivi ormai ben noti alla città – ricorda Magrì – abbiamo anche chiesto alla Regione la rimozione del Sindaco per non aver adempiuto agli obblighi di legge riguardo la relazione annuale e per gli ingiustificabili ritardi nelle risposte alle interrogazioni consiliari. E ancora, per la violazione del Codice Etico che impone al Sindaco l’obbligo di indicare eventuali situazioni in cui siano coinvolti interessi di propri parenti entro il quarto grado”.

Ma avverte Magrì: “Oltre al primo cittadino, ognuno si assuma le proprie responsabilità al riguardo.

Dai consiglieri di maggioranza, a quelli che, in opposizione, per non perdere la poltrona, hanno sempre fatto mancare i numeri per votare la sfiducia”.

Oltre a Polo Civico, centristi e Sicilia Futura, il riferimento è principalmente “al Pd tutto, renziani e non, che, dopo aver votato a favore della illegittima delibera della Giunta sulla rotazione del personale, hanno poi cambiato totalmente rotta, negando l’appoggio a Ruvolo, passando in opposizione”.

“Eppure – conclude la nota – i due assessori, Cigna e Insisa si stavano impegnando in due passaggi molto delicati per il futuro della nostra Città, l’avvio della raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti e la gestione dei fondi dell’Agenda Urbana. La nostra città, non può più tollerare ulteriori danni politici economici e sociali che questa volta sarebbero deleteri e irreversibili. Il Sindaco Giovanni Ruvolo deve essere sfiduciato”.

Commenta su Facebook