Cibo di traverso, medici gli salvano la vita con una broncoscopia. Medico nissena nell'equipe

3364

Un seme di finocchio che va di traverso e raggiunge il bronco inferiore è un fatto abbastanza raro ma è quanto accaduto ad un 63enne di Gela, presentatosi nei giorni scorsi al Pronto soccorso, con una evidente dispnea ed a rischio della propria vita.
Grazie all’intervento di due medici del reparto di alta specializzazione, Adriana Lomonaco e Salvatore Roveccio, che hanno praticato un intervento di broncoscopia d’urgenza, la vita del paziente è stata salvata.
Pochi minuti per un intervento salva vita che ha avuto successo per la tempestività del pronto soccorso, diretto dal dottor Gaetano Orlando, e dell’equipe di cui fa parte anche l’anestesista Dario Rinzivillo.
Adriana Lomonaco ( nella foto ), è medico nissena che ha lavorato all’Ospedale Niguarda di Milano ( ospedale di alto livello ) e che da pochi mesi è all’Ospedale di Gela. E’ specialista in Chirurgia Toracica con esperienza in Broncoscopia.
L’uomo presentava un’evidentissima dispnea perchè durante la cena un seme di finocchio gli era andato di traverso. Il corpo estraneo si era purtroppo fatto strada fino a raggiungere il bronco inferiore. I medici hanno eseguito una broncoscopia che ha permesso in pochi minuti di liberare i polmoni nonostante l’intervento presentasse difficoltà, in quanto il paziente aveva subito in passato una laringectomia. L’uomo dopo aver ripreso a respirare regolarmente, ha ringraziato commosso i medici dell’ospedale Vittorio Emanuele III.

Commenta su Facebook