Chiusura bretella autostradale. Aiello (FI) al Sindaco: “cosa intende fare per alleviare i disagi?”

1309

10699287_631271936986381_1465232896_nA seguito della improvvisa e prolungata chiusura della bretella autostradale, che ha di fatto isolato la Città di Caltanissetta creando danni e disagi a tutta la cittadinanza, una lunga ed articolata Interrogazione consiliare è stata presentata al Sindaco Giovanni Ruvolo dal Consigliere Comunale di Forza Italia, Oscar Aiello.

“Prendiamo atto dalla stampa – dichiara il Consigliere Aiello – che l’Anas ha disposto la chiusura, fino al 31 Gennaio 2015, della SS640 senza che a ciò si sia accompagnata alcuna spiegazione da parte degli organi dell’Amministrazione comunale. In conseguenza di tale decisione il traffico diretto verso l’autostrada è stato deviato sulla SS626, determinando l’isolamento di Caltanissetta ed un consistente allungamento dei tempi di percorrenza, con consequenziale aggravio dei relativi costi e disagi per l’utenza cittadina”.

Il Consigliere di Forza Italia ricorda al Sindaco Ruvolo che, in relazione ai lavori di raddoppio della SS640, l’Assessore all’Urbanistica, Arch. Andrea Milazzo, con direttiva  del 28/02/2012, aveva richiesto all’Anas una serie di opere compensative le cui finalità ed azioni sono state recepite dal Consiglio Comunale del 14/01/2014. In tal sede il Consiglio Comunale prese altresì atto della piattaforma rivendicativa degli interessi legittimi alla tutela delle esigenze di mobilità dei cittadini e delle opere di compensazione, redatta ed inoltrata all’ANAS sempre dall’Assessore Milazzo con nota del 02/12/2013.

“Con la fulminea e prolungata chiusura della SS640 – ribadisce Oscar Aiello – sono state disattese le istanze del Consiglio Comunale adottate a difesa del territorio senza che, a quanto è dato sapere, nulla l’attuale Amministrazione abbia fatto per tutelare le esigenze di mobilità della cittadinanza durante la realizzazione dell’opera”.

L’esponente Forzista ricorda inoltre che le predette rivendicazioni del Comune di Caltanissetta furono portate al tavolo negoziale con i vertici dell’ANAS del 20 Marzo 2014, al quale parteciparono anche gli Onorevoli Miccichè e Cancelleri. Nel corso di quella riunione fu inoltre raggiunto l’obiettivo di impegnare l’ANAS a consegnare, nel termine di tre mesi (e quindi entro il 20 Giugno 2014), gli studi di fattibilità delle opere compensative.

Tenuto quindi conto: che non è stata ricevuta alcuna informazione di concertazione preventiva su questa chiusura, così come veniva espressamente richiesto dal Consiglio Comunale, e quindi non si ha idea se è stata effettuata un’azione di concertazione per valutare eventuali disagi per i cittadini e quali misure siano state adottate; che ad oggi non si hanno notizie sulla ottemperanza dell’Anas alle richieste formali dell’Amministrazione Comunale formulate con nota dell’Assessore Milazzo del 02/12/2013, condivise dal Consiglio Comunale del 14/01/2014, successivamente reiterate al tavolo di concertazione del 20 Marzo 2014, unitamente alla richiesta delle opere compensative; che da notizie di stampa si è appreso il grande risalto dato alla visita del Sindaco al Ministro delle infrastrutture Lupi, al quale avrebbe consegnato un documento di richieste di vari Sindaci della Provincia in tema di raccordi viari da realizzarsi in concomitanza al raddoppio della SS640.

Per quanto sopra, il Consigliere Comunale Oscar Aiello ha interrogato il Sindaco per sapere:

1)      Se vi siano state attività di concertazione tra il Comune di Caltanissetta e l’ANAS in merito alla improvvisa e prolungata chiusura della SS640;
2)      Qualora vi sia stata concertazione con l’ANAS, se ed in che modo l’Amministrazione Comunale, in conformità agli indirizzi della Direttiva assessoriale del 28/02/2012 ed all’atto di indirizzo del 14/01/2014 del Consiglio Comunale abbia concorso a questa decisione;
3)      Allorchè invece l’ANAS abbia agito autonomamente, quali solo le azioni che l’Amministrazione Comunale intende adottare per alleviare i disagi per la cittadinanza (nel particolare se sono state richieste forme di indennizzo e/o ulteriori opere compensative);
4)      Se l’ANAS ha dato riscontro alle richieste di azioni a tutela degli interessi della cittadinanza nissena e di opere  di compensazione, redatte ed inoltrate dall’allora Assessore Milazzo con nota del 02/12/2013 e recepite dal Consiglio Comunale nell’atto di indirizzo del 14/01/2014;
5)      A che punto sono i progetti delle opere compensative di cui al tavolo negoziale del 20/03/2014, atteso che dovevano essere consegnati dall’Anas entro Giugno del corrente anno.
6) Se il Sindaco nella sua recente visita al Ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, come ci saremmo aspettati data l’urgenza, abbia portato avanti le richieste della nota assessoriale del 02/12/2012, del Consiglio Comunale del 14/01/2014 e del tavolo negoziale del 20 Marzo 2014, che attengono a interessi legittimi del Comune di Caltanissetta che rappresenta direttamente, oltre chè come e’ apparso dalla stampa, le esigenze viarie degli altri Sindaci della Provincia.

Commenta su Facebook