Chiuse le scuole a Niscemi. Il sindaco Conti dispone anche lo stop al mercato e divieti in piazze e strade

883

Anche il sindaco di Niscemi Massimiliano Conti, dopo il collega di Mazzarino Vincenzo Marino, decide la chiusura delle scuole dell’obbligo nel territorio comunale per fermare la progressione del numero dei contagi. Lo ha annunciato in una diretta facebook con la quale ha informato i cittadini della nuova ordinanza sindacale con cui si avvia la didattica digitale integrata nelle scuole primarie e secondarie di primo grado.

“La situazione degli screening e il numero considerevole di bambini e personale contagiato è preoccupante. E a raggio si espande. È opportuno chiudere le scuole. Si procederà con la didattica a distanza di ogni ordine e grado”, ha detto Conti. La decisione è stata concordata con l’azienda sanitaria e la prefettura. “Quando sono diventato sindaco – ha detto il primo cittadino di Niscemi – non avrei mai pensato di dover prendere decisioni così difficili. Lo faccio per tutelare la salute dei concittadini”. Altre due ordinanze sono state emanate contestualmente a quella che dispone la chiusura delle scuole. Una stabilisce il divieto di capannelli e di stazionamento in alcune vie e piazze tra quelle più frequentate e l’altra sospende il mercato settimanale.

Nell’ultimo aggiornamento disponibile fornito dall’Asp, relativo al 9 novembre, a Niscemi si contano 161 persone attualmente positive al coronavirus.

Commenta su Facebook