Chiara Cumella ancora sulla sedia a rotelle. Si moltiplicano i problemi, sarà rifatta la fusione di due anni fa

2079

Chiara Cumella, che si trova in America già da tre mesi, dopo avere subito l’8 luglio scorso un  terzo intervento, dovrà subirne un altro ancora per ricostruire l’impalcatura deformata che era stata realizzata due anni fa dal prof. Paolo Bolognese.

Chiara Cumella, il 4 settembre, nel suo 16° compleanno
Chiara Cumella, il 4 settembre, nel suo 16° compleanno

Tale deformazione, creatasi nel corso della estubazione dopo un intervento in Italia, ha vanificato gli effetti dell’ultimo intervento. Come i lettori probabilmente ricordano, l’impalcatura fu realizzata allo scopo di ottenere la  “saldatura cranio cervicale e la decompressione cranica”. Dopo un periodo nel quale tutto sembrava andare per il meglio, ecco subentrare le complicazioni. Chiara da un po’ di tempo non riesce a reggersi in piedi tant’è che vive sulla sedia a rotelle. Sono diverse le malformazioni, peraltro rare, correlate alla sindrome principale di Arnold Chiari, che Chiara porta con sé. Questo  ha spinto i medici a lunghi esami e valutazioni allo scopo di capire quali possano essere i rischi e le probabilità di successo di un ulteriore intervento. La decisione è quella di rioperare.Non si conosce ancora la data precisa ma sarà sicuramente a breve. Della qual cosa, naturalmente vi daremo notizia in tempo reale. Non possiamo non rimanere sbalorditi dalla fede con cui Chiara e la mamma Cettina Celestre, stanno affrontando questa ulteriore difficile prova che dovrebbe, ormai il condizionale è d’obbligo, riportare Chiara ad una vita normale. Noi glielo auguriamo di tutto cuore.

Commenta su Facebook