Certificati anagrafici in edicola. Il sindaco Gambino: “Proposta incardinata ben prima del suggerimento di Aiello”

343

“Il consigliere leghista Aiello è riuscito a dare pubblicamente un suggerimento all’amministrazione, poche ore dopo che la stessa amministrazione per bocca dell’assessore La Mensa ha informato la rappresentanza dei titolari delle edicole nissene e provinciali, di voler procedere con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa che prevede la possibilità del rilascio dei certificati anagrafici all’utenza tramite le edicole cittadine. Il suggerimento annunciato ai media del territorio, perciò, è stato di fare proprio quello che l’amministrazione ha deciso e comunicato di star facendo”. La puntualizzazione arriva dal sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, all’indomani di una nota stampa in cui il capogruppo della Lega, Oscar Aiello, proponeva la sperimentazione con le edicole della città.

“L’informazione, comunicata dall’assessore ai servizi demografici La Mensa alle 18.02 del 19 febbraio alla rappresentanza degli edicolanti, è stata pubblicata da diversi quotidiani già nella mattinata del 20 febbraio. Nella forma di ‘suggerimento’ all’amministrazione. Una combinazione incredibile. La rappresentanza degli esercenti – spiega il primo cittadino – si era riunita in municipio venerdì 7 febbraio con l’assessore ai servizi demografici. Dalla riunione, fortemente voluta da entrambe le parti, a cui ha partecipato anche il responsabile dei sistemi informativi comunali, era emersa evidente l’utilità reciproca per l’amministrazione (che fornirà un servizio all’utenza attraverso punti presidiati da raggiungere con comodità, snellendo al contempo le code agli sportelli anagrafici) e gli esercenti (che guadagneranno nuova affluenza presso i propri esercizi commerciali). Da qui l’intesa immediata, riferita dall’assessore ai colleghi nella giunta del 18 febbraio. Nella stessa seduta di giunta comunale, è stata presentata anche una bozza di protocollo d’intesa, presa in consegna dal Segretario generale per le opportune verifiche, alle quali seguirà la predisposizione materiale della delibera”.

“L’amministrazione comunale ha ritenuto doverosa questa comunicazione, i cui contenuti sono documentabili, giusto per sottolineare la propria attitudine a comunicare alla cittadinanza i risultati solo quando vengono conseguiti, la rapidità e la concretezza dell’azione con cui si muove verso i risultati, l’apertura totale senza pregiudizi verso soggetti ed ipotesi di lavoro per la ricerca di soluzioni adeguate per migliorare la vita di cittadini e visitatori della città. È utile sottolineare – conclude il sindaco – che anche dalle edicole sarà possibile, come dagli sportelli anagrafici comunali, ottenere i certificati dei soggetti residenti negli altri comuni italiani che abbiano già aderito, come ha appena fatto il Comune di Caltanissetta, all’ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente)”.

 

Commenta su Facebook