Centralinista cieco di San Cataldo a 120 all'ora in autostrada. Arrestato

650

Cieco guidaI Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Enna hanno tratto in arresto, martedì mattina, un 51enne nato e residente a San Cataldo in provincia di Caltanissetta, dipendente della Regione Siciliana ed in servizio dall’anno 2000 con le mansioni di “centralinista telefonico non vedente” presso gli uffici dell’Ispettorato del Lavoro di Enna. Vincenzo La Rosa, 51enne sancataldese adesso è finito nei guai. Nei suoi confronti il GIP ha disposto l’applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari, per i reati di truffa aggravata e continuata ai danni della Regione Siciliana e guida senza patente. I carabinieri, infatti, hanno filmato La Rosa mentre si recava quotidianamente a lavoro in auto, da San Cataldo, a bordo di una fiat punto intestata all’anziana madre, fino ad Enna, imboccando l’autostrada. L’indagine è soltanto agli inizi. La misura cautelare è stata disposta per evitare il reiterarsi del reato, ma adesso gli inquirenti vogliono vederci chiaro, è il caso di dirlo, sulle procedure con cui nel 1999 la commissione medica provinciale per i ciechi civili di Caltanissetta abbia rilasciato l’attestazione all’allora 38enne sancataldese, da cui risulta che Vincenzo La Rosa era un “cieco decimista”, cioè in possesso in totale, su entrambi gli occhi, di un solo decimo di vista.

Commenta su Facebook