Centinaia di falsi braccianti a Riesi. Scattano due arresti e sequestri

2839

5761_CORNEANU CIPRIAN 28051991Finti braccianti agricoli a Riesi e nel comprensorio della provincia nissena. La Guardia di finanza esegue una vasta operazione di controlli con numerose denunce e anche due ordinanze di custodia cautelare con un danno all’Inps di 800 mila euro e sequestri di beni equivalenti. 135 i falsi braccianti agricoli denunciati nell’operazione “Sine Die”. In carcere è finito Franco Massimo Maurici di Riesi mentre ai domiciliari è andato il romeno Ciprian Corneanu, sempre di Riesi. Truffa aggravata per ottenere erogazioni pubbliche, estorsione e falso ideologico e in scrittura privata, queste le accuse.
Le misure restrittive emesse dal Gip a seguito di indagini del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Caltanissetta e del reparto territoriale di Gela sono csattate a seguito di indagini sulla società “Carosello 2010 società agricola semplice” con la quale venivano effettuate le truffe alI’ inps per falsi braccianti. Disoccupazione agricola, assegno familiare e per malattia. Erogazioni riservate ai braccianti, in questo caso riservate a falsi agricoltori. Il tutto grazie a falsi contratti di locazione con cui la società risultava nella disponibilità di 25 ettari di terreno. Tutto finto, sia il terreno, sia i braccianti.

Commenta su Facebook