Cena in centro storico con il M5S, intervista al consigliere comunale Giovanni Magrì

506

“Vieni a cena e porta con te un messaggio”, nuova iniziativa del Movimento 5 Stelle, mercoledì sera in corso Umberto.

Si tratta di un’iniziativa simpatica ma con contenuti interessanti. Con questa iniziativa – dice Giovanni Magrì – vogliamo essere presenti in centro storico, che è nostro, è della città, e va vissuto. Il fatto che siamo qui che ognuno porta i fiori, il candelabro e apparecchia il proprio tavolo è un segnale piacevole perché vuole dire che che di questo centro storico dobbiamo riappropiarcene. Questa cena è preceduta da un’assemblea dove parecchi commercianti del centro storico sono stati invitati proprio per affrontare le problematiche irrisolte, perché vogliamo incontrare chi vive il centro storico per trovare un punto di incontro e fare in modo che tutti siano felici di vivere la città e per dare respiro a chi qui ha investito  con grande coraggio.

Parliamo un po’ di politica, si avvicinano le amministrative. Il prossimo anno si rinnova il consiglio comunale avete già cominciato a parlare di candidati

Il confronto è iniziato. Diciamo che nei prossimi mesi inizieremo già a ultimare il progamma e dopodiché inizieremo a pensare alla lista e al candidato sindaco quindi speriamo a breve di essere operativi anche riguardo a questo.

Ancora in tema di politica, è possibile che il Movimento 5 Stelle abbia perso un pò di smalto con questo nuovo governo?

Io direi proprio di no, anzi. La gente ci ha votato perché voleva vederci al governo. Io sono certo che siamo assolutamente credibili. Stiamo governando bene, le critiche ci saranno sempre. E’ presto per dare dei giudizi ma sono certo che il M5S farà un grande lavoro a livello nazionale per cui noi in questo momento non abbiamo alcun problema ad essere in linea con ciò che sta facendo il governo.

A livello regionale però forse la situazione è un po’ diversa

Ormai gli italiani lo hanno capito. Noi abbiamo fatto un contratto con la lega. Un contratto non è un’alleanza ma è un modo diverso per governare un paese che ormai era governato da dinosauri che fortunatamente stanno scomparendo. E’ arrivata l’era glaciale che li sta facendo scomparire. Noi dobbiamo fare questo lavoro nei Comuni, nelle Regioni e poi i cittadini saranno loro a valutare se sarà meglio o peggio e se finalmente si va verso la strada giusta.

Commenta su Facebook