Celiachia per moda: facciamo chiarezza sul gluten-free. A Caltanissetta un negozio specializzato

1261

Prima il “biologico”, poi il “naturale”, quindi il “vegano” e ora il “no-glutine”, in Italia circa 6
milioni di persone seguono una dieta priva di glutine pur non essendo affatto celiaci e nonostante questa dieta, come dimostrano recenti studi scientifici (vedi la recente indagine pubblicata dal “British medical journal”), non faccia dimagrire e non sia più salutare di quella tradizionale. In effetti oggi sono sempre più numerose le celebrities che sostengono la moda del gluten-free come Gwyneth Paltrow, Victoria Beckham, Kim Kardashian, Lady Gaga, che hanno milioni di follower sui social, e non mancano neanche gli sportivi, uno fra tutti Novak Djokovic, il campione di tennis serbo. Non ci sarebbe niente di male in tutto ciò se non fosse che tra l’opinione pubblica il gluten free sta venendo sempre più percepito come una vera e propria moda che non come un salva-vita per i soggetti celiaci, portando in tal modo a una sottovalutazione del problema tra gli operatori nei ristoranti o nelle mense dove una contaminazione, anche una briciola, di un alimento contenente glutine ha effetti molto seri sulla salute di una persona realmente celiaca. La celiachia è una malattia cronica la cui unica terapia consiste nel seguire una rigorosa dieta gluten-free per tutta la vita. É una malattia riconosciuta dal SSN che prevede, per i diagnosticati, un rimborso mensile di circa € 90 per l’acquisto di alimenti specificamente formulati per celiaci e presenti nell’elenco ministeriale. In Italia si stima che circa l’1% della popolazione sia celiaco, su 600 mila celiaci previsti, ad oggi, ne sono stati diagnosticati appena 190 mila, quindi i due terzi dei celiaci, non sapendo di esserlo, non sanno che eliminando il glutine dalla loro dieta, dopo aver ricevuto la diagnosi, recupererebbero completamente il loro stato di salute. Per questo motivo occorre una maggiore sensibilizzazione sul tema evitando le probabili banalizzazioni correlate alla diffusione del gluten-free come moda. Il celiaco, oltre ad osservare rigorosamente la dieta gluten-free, dovrebbe seguire una dieta ricca e
varia e sperimentare nuove ricette, sono infatti molto più numerosi i cibi consentiti di quelli proibiti, quelli cioè contenenti il glutine di frumento, orzo e segale. Per alcuni tipi di alimenti, sostituti di quelli del “prima della diagnosi”, invece è necessario rivolgersi ai negozi specializzati di alimenti formulati per celiaci, come quello di nuova apertura
“Celiachia Facile”, in Via Federico De Roberto n. 111, a Caltanissetta, accanto al Parco Robinson, negozio convenzionato con il SSN per gli alimenti erogabili senza glutine.
Troverete un vasto assortimento di referenze delle migliori marche come pasta, pane, sostituti del pane, snack salati e dolci, biscotti, cereali da colazione, farine, surgelati, pizze e tanto altro, tutto senza glutine e, per alcuni prodotti, anche senza lattosio.
Per conoscere l’assortimento collegarsi al sito web www.celiachiafacile.com alla pagina “Shopping Online”, è prevista anche la consegna a domicilio.
Michele Mendola

Commenta su Facebook