Caterina Chinnici candidata del PD alle presidenziali per la Sicilia. “Lavorerò a proposta ampia e coinvolgente”

“Dopo lunga e ampia condivisione – e un confronto vero con la base, i simpatizzanti, i segretari dei circoli – il nome che propongo è quello di Caterina Chinnici. Perchè risponde ad alcune direttrici per noi fondamentali, in primis quello delle donne”. Così il segretario regionale del Partito Democratico della Sicilia, Anthony Barbagallo, nella sua relazione alla direzione regionale in corso a Palermo, durante la quale ha proposto il nome della parlamentare europea Caterina Chinnici, come candidata del Partito Democratico alle “primarie” della coalizione di centrosinistra, il cui voto è previsto per il prossimo 23 luglio.

“Abbiamo scelto una donna che ha spessore, conoscenza approfondita della macchina regionale, avendo ricoperto il ruolo di assessore, e una cultura giuridica che non è in discussione essendo anche una magistrata. Ed è peraltro l’unica parlamentare siciliana da Bruxelles in giù in quota Partito Democratico, essendo parlamentare europea” ha aggiunto Barbagallo.

“Le primarie – ha concluso il segretario Dem – sono utili se non sono soltanto una prova muscolare ma se diventano primarie delle idee, della partecipazione e una festa per includere il più possibile.

Caterina Chinnici è per questo una candidatura forte e autorevole la cui riconoscibilità è un elemento convincente. La riconducibilità di Caterina Chinnici al PD va rafforzata e condivisa. Caterina Chinnici è e deve essere la nostra candidata con un legame saldo e forte con le radici del Partito Democratico”.

Al termine dei lavori la relazione del segretario è stata approvata con un solo astenuto.

Questa la dichiarazione di Caterina Chinnici: “Ringrazio il segretario nazionale Enrico Letta, il segretario regionale Anthony Barbagallo, la direzione, i circoli, i militanti e tutta la comunità del PD, una comunità di idee e valori, per la fiducia riposta in me nell’affidarmi una così grande responsabilità, che è innanzitutto quella di progettare attraverso l’ascolto, di mettere al centro le persone per costruire con loro una proposta di governo ampia e coinvolgente. Lo farò con tutte le mie energie, con lo stesso spirito di servizio alla collettività che ha sempre caratterizzato il mio impegno civico e con la voglia di lavorare per la terra che amo, la Sicilia”.

Da oggi e fino al 30 giugno è possibile presentare le candidature da parte della coalizione progressista. Per votare online o ai gazebò (il 23 luglio) è obbligatorio registrarsi, fino al 21 luglio, attraverso il sito www.presidenziali22.it

Commenta su Facebook