Caso Montante, il giudice: “L’ex ministro Alfano lo trattava con reverenza”

531

L’ex presidente di Sicindustria Antonello Montante fu ricevuto con grande reverenza dall’allora ministro dell’Interno Angelino Alfano”. Lo scrive, nelle motivazioni della sentenza di condanna a 14 anni, per associazione a delinquere, corruzione e accesso abusivo a sistema informatico, il gup di Caltanissetta Graziella Luparello.

La notizia viene riportata nell’edizione di oggi del quotidiano La Sicilia. Il giudice, nel motivare la sentenza di condanna per l’ex manager, ricostruisce alcune intercettazioni che vedono coinvolto pure l’ex vice presidente della camera di commercio nissena Giuseppe Valenza.

In un passo delle intercettazioni, successive a un incontro al ministero “dove Montante fu ricevuto – sottolinea il giudice – con molta reverenza”, si farebbe riferimento a un inconfessabile segreto conosciuto solo dall’industriale, da Valenza e da “iddru” che, secondo il giudice, sarebbe stato proprio Alfano.

Ex ministro che, sempre secondo la ricostruzione, avrebbe messo a disposizione di Valenza, raccomandato da Montante, nonostante fosse nota l’inchiesta per concorso esterno in associazione mafiosa a carico del manager, stanze e uffici per riunioni e altre esigenze.

Commenta su Facebook