Il “caso” dei contributi pensionistici non pagati, l’Amministrazione avvia le verifiche. Si tratta di due posizioni

Dopo il caso sollevato dal presidente di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo circa il non corretto pagamento dei contributi pensionistici ai dipendenti di 300 comuni siciliani su 390, tra cui figurava anche il Comune di Caltanissetta, intervengono il sindaco Giovanni Ruvolo e l’assessore al personale, Felice Dierna.

“Dopo aver appreso dagli organi di stampa di una posizione debitoria del Comune di Caltanissetta per mancato pagamento di contributi pensionistici, da una verifica immediatamente attuata si comunica che tale condizione riguarda solo 2 posizioni, che stiamo esaminando e che a tutt’oggi non hanno determinato alcuna azione di tipo risarcitorio”, precisano il sindaco e l’assessore che aggiungono: “E’ intenzione dell’Amministrazione agire nel pieno rispetto della legge anche a tutela dei dipendenti”.

Commenta su Facebook