Casa Rosetta, laurea per 23 studenti del corso per educatori professionali

Altri ventitré studenti del corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione tenuto da Casa Rosetta in affiliazione con la Pontificia Università Auxilium conseguiranno la laurea questa settimana in una sessione che si articolerà nelle due sedi del corso: venerdì 24 a Caltanissetta, dove i laureandi sono undici, e la seduta di laurea si terrà nel grande auditorium del palazzo vescovile, gentilmente concesso; sabato 25 a Partinico, dove i laureandi sono dodici, la seduta di laurea si terrà nel salone del Centro S, Pio X, che è pure sede del corso di studi. Il corso si articola in due indirizzi, per educatori nei servizi socio-educativi ed educatori nei servizi per l’infanzia, e prepara educatori professionali capaci di realizzare interventi sulla comunità in strutture pubbliche e private e del terzo settore che gestiscono e/o erogano servizi sociali e socio-sanitari rivolti a famiglie, minori, anziani, immigrati, persone con dipendenze patologiche da sostanza e da comportamenti, al fine di agire sulle condizioni di disagio, marginalità e sofferenza. L’affiliazione con la Pontificia facoltà di scienze dell’educazione “Auxilium” – facoltà ecclesiastica della Chiesa cattolica civilmente riconosciuta dallo Stato italiano – è stata formalizzata da Casa Rosetta nel 2017, e l’anno scorso trenta studenti del primo triennio hanno conseguito le prime lauree.

A Caltanissetta la sede universitaria del corso in Scienze dell’educazione e della formazione è nel palazzo Notarbartolo di Casa Rosetta, in piazza San Giuseppe, dove sono le aule di insegnamento e l’ufficio di segreteria: qui sono in corso le immatricolazioni e le iscrizioni per il primo anno del nuovo triennio. “La formazione è uno dei pilastri fondamentali di riferimento di Casa Rosetta” sottolinea il presidente Giorgio De Cristoforo e aggiunge: “il corso universitario è uno sviluppo voluto sia per fare crescere le competenze professionali di dipendenti delle strutture dell’associazione, sia per offrire all’esterno opportunità e possibili prospettive di lavoro ai giovani del territorio”. E per venire incontro anche ai giovani in condizioni economiche meno floride, Casa Rosetta ha contenuto l’importo delle tasse: 100 euro è la quota di iscrizione, 1200 euro la tassa universitaria annuale pagabile anche in due soluzioni (600 all’atto dell’iscrizione, 600 all’inizio del secondo semestre); ed è prevista anche la possibilità di usufruire di una rateizzazione in dodici mensilità senza l’applicazione di alcun tasso di interesse.

Al termine del Corso di Studio il laureato nell’indirizzo Educatore nei servizi socio-educativi potrà operare come educatore e consulente in progettazione educativa in servizi socio-educativi residenziali e semiresidenziali sia pubblici che privati per minori, famiglie, disabili, anziani, immigrati; educatore e formatore in centri di promozione culturale, in organizzazioni del settore no-profit e tutor nei percorsi di alternanza scuola-lavoro; animatore socio-educativo nelle ludoteche e nei centri gioco per minori. Il laureato nell’indirizzo Educatore nei servizi educativi per l’infanzia potrà operare come educatore per l’infanzia in asilo nido e micronido e sezione primavera; educatore in comunità infantili e nei servizi di sostegno alla genitorialità, tra cui i centri per bambini e famiglie; animatore socio-educativo nelle ludoteche e nei centri gioco per la prima infanzia.

Commenta su Facebook