A Casa Rosetta il convegno “La famiglia in un’epoca di transizione. Le risposte”

378
cof

Giorno 12 nei locali dell’Associazione “Casa Famiglia Rosetta” si è tenuto il Convegno dal titolo: “La Famiglia in un’epoca di transizione. Le risposte”. Un momento importante per l’Associazione e per la città di Caltanissetta. Casa Famiglia Rosetta che, come introdotto dal suo Presidente don Vincenzo Sorce, durante il corso dei suoi saluti al convegno, vede nella “Famiglia” e nella “Casa” due elementi cardine dell’operato dell’Associazione. Se la “Casa” è luogo di incontro, relazione e condivisione, la “Famiglia” è espressione fondamentale dell’umano, così l’Associazione negli anni è diventata casa di migliaia persone, luogo di incontro dove si vive la vita.

Il tema della famiglia è oggi nevralgico e centrale, è importante creare rete e lavoro sinergico per ridare centralità al ruolo della famiglia come pilastro della società. Su questo tema è intervenuto il Prefetto,Dott.ssa Maria Teresa Cucinotta, che ha affrontato la problematica della “perdita di valori”.  Nel successivo intervento, il Presidente della Corte d’Appello di Caltanissetta, la Dott.ssa Maria Grazia Vagliasindi, ha ribadito l’importanza di creare rete e di ottenere un supporto concreto da parte delle istituzioni, da parte di una “politica virtuosa”.

Dopo un breve momento in ricordo di due figure importanti per la nostra città, il Notaio Nino Italico Amico e il Professore Mangiavillano, la parola è passata al Sindaco Giovanni Ruvoloche ha ringraziato l’Associazione per il supporto dato alla Polizia Municipale grazie al corso di formazione avviato nel mese di febbraio e ha ringraziato l’Associazione per la sua presenza concreta e costante nella vita della città. L’Assessore Regionaleal Lavoro, Famiglia e Politiche Sociali, Dott.ssa Mariella Ippolito ha sottolineato l’importanza della famiglia e la necessità di individuare i problemi che si pongono alla base della formazione e della nascita di nuovi nuclei familiari. Le condizioni socio – economiche attuali sono sicuramente una criticità, ma è importante che sia tutta la società a farsi carico delle responsabilità e del problema. – Partendo proprio da Caltanissetta, è fondamentale mettere in pratica azioni concrete per creare cambiamento e sinergia. La famiglia rimane ancora il fulcro della nostra società. – dice l’Assessore, che dopo avere esposto i punti salienti del programma regionale si congeda promettendo di portare con sé, da questo incontro, input utili per trasformare le parole in fatti.

A conclusione della prima fase dell’incontro, alla quale sono seguiti laboratori tematici diretti da diversi esperti, è intervenuto il Prof. Umberto Nizzoli, Psicologo e Psicoterapeuta, Supervisore Scientifico dell’Associazione, che ha messo a disposizione degli uditori la sua conoscenza e la sua esperienza professionale, esponendo l’operato dell’Associazione sul tema della famiglia e relazionando sulle fragilità della stessa, soggetta a vulnerabilità esterne ed interne. La famiglia può diventare un focus di disturbi mentali, psicologici e fisici se all’interno della stessa ci sono delle fragilità. Se la famiglia è solida, di contro, riesce ad affrontare meglio quelli che sono i disagi e i “lupi” della modernità. Per avere una famiglia positiva è importante che ci sia formazione e aiuto alle famiglie in difficoltà e “Casa Famiglia Rosetta” nella sua storia si è sempre posta al servizio della famiglia.

Commenta su Facebook