Carta dei servizi. Nuovo incontro a Palazzo del Carmine: “Strumento operativo per i cittadini e l’amministrazione”

209

Si è riunito il tavolo tecnico tra l’amministrazione comunale e i rappresentanti delle associazioni dei consumatori per l’approvazione della carta dei servizi del Comune di Caltanissetta. L’obiettivo, già condiviso nelle precedenti riunioni, è quello di dotare le direzioni del Comune di Caltanissetta di una carta dei servizi in modo da coprire tutti gli ambiti della pubblica amministrazione rivolta al cittadino. All’incontro di venerdì, insieme al sindaco Giovanni Ruvolo e all’assessore Maria Grazia Riggi, erano presenti i dirigenti di Palazzo del Carmine ed i rappresentanti di Federconsumatori. Lo schema di partenza è la carta dei servizi dei tributi comunali e dei diritti del contribuente, già esitata dall’ufficio tributi guidato dalla funzionaria titolare della posizione organizzativa Angela Maria Di Gesu. Al tavolo alcuni dirigenti hanno già consegnato la bozza di carta dei servizi degli uffici di propria competenza in modo da sottoporla alla valutazione delle associazioni dei consumatori e altri documenti stanno per essere completati.

La Carta dei servizi contiene tutte le informazioni utili per il cittadino che intende usufruire di un servizio erogato dal Comune, l’indicazione di tutti gli uffici e le relative competenze, i nomi dei dipendenti, dei funzionari e dei responsabili, la modulistica, gli istituti di tutela del cittadino, la verifica, anche attraverso questionari, degli standard di qualità, le informazioni per presentare reclami e la modulistica per l’accesso agli atti. Altro elemento fondamentale è la rappresentazione semplice e schematica di tutta la gamma dei servizi di competenza comunale. A fianco di tali informazioni vi sono, come detto, i diritti: il diritto d’accesso agli atti, il diritto ad esprimere un reclamo, il diritto a conoscere il responsabile di ogni procedura a cui si fa accesso.

“L’aggiornamento della carta dei servizi del nostro Comune non rappresenta un mero atto formale bensì uno strumento operativo in mano ai cittadini che al contempo valorizza il ruolo di servizio pubblico a cui sono preposti i dipendenti, in linea con la direttiva Ciampi del ’94 e successive integrazioni e con i principi di efficacia e trasparenza dell’attività amministrativa”. E’ quanto hanno dichiarato a margine dell’incontro il sindaco, Giovanni Ruvolo e l’assessore al bilancio con delega ai tributi, Maria Grazia Riggi.

Commenta su Facebook