Carne scaduta o priva di tracciabilità destinata alle mense scolastiche. Maxi sequestro di otto tonnellate

19515

I Carabinieri del Comando Provinciale di Caltanissetta, del NAS di Ragusa e del NIL di Caltanissetta, collaborati da personale del settore veterinario della locale ASP, a seguito delle ispezioni effettuate a due aziende con sede in San Cataldo e in Caltanissetta, rispettivamente, la prima assegnataria delle forniture alimentari per le mense degli istituti scolastici di quel comune, e la seconda operante nel settore della lavorazione e trasformazione carni per le mense pubbliche e per la grande distribuzione commerciale, sequestravano complessivamente ottomila kilogrammi di carne destinata al consumo umano che aveva superato i termini di scadenza e su cui era stata apposta un’etichettatura contraffatta, del valore complessivo di circa centocinquantamila euro.

Inoltre nel corso del controllo veniva accertata la presenza di tre lavoratori sprovvisti di regolare contratto di assunzione e, in entrambe le società, il funzionamento di un impianto di video sorveglianza interna, sprovvisto di autorizzazione.

Al termine degli accertamenti venivano quindi deferiti in stato di libertà per i reati di tentata frode in commercio e videosorveglianza non autorizzata un 46enne ed un 41ennedi San Cataldo e un 44enne originario di Messina, ed elevate sanzioni amministrative per la somma complessiva di diecimilaottocento euro in materia di violazioni per lavoro nero.

Una delle due società, la MB Carni respinge in una nota le accuse riguardanti la carne scaduta. In pratica il sequestro di 54 chili ha riguardato carne priva dell’etichetta per la tracciabilità. “La ditta con sede in San Cataldo che gestisce la tradizionale “Macelleria Menna”, ivi operante nel Corso Vittorio Emanuele nn. 100/110 (la quale, peraltro, per la precisione, non è assegnataria dell’appalto di fornitura delle mense scolastiche, bensì fornitrice delle carni alla ditta assegnataria di detto servizio) è del tutto estranea ad ogni contestazione di carni scadute o con etichettatura contraffatta: di conseguenza, anche le carni fornite alle mense scolastiche di San Cataldo sono anch’esse, in nuce, estranee a qualsivoglia addebito di tal guisa”.

*aggiornamento* Il Comando provinciale dei Carabinieri di Caltanissetta fornisce alcuni dettagli a seguito della notizia del sequestro di carni in due aziende di Caltanissetta e San Cataldo per complessive 8 tonnellate operato insieme ai militari del Nas. In particolare all’interno della ditta di San Cataldo sono stati sequestrati 54,9 kg di carne priva di etichettatura ai fini della rintracciabilità, immediatamente distrutti, mentre il restante quantitativo è stato rinvenuto e posto sotto sequestro all’interno dell’azienda di Caltanissetta riconducibile a soggetti diversi dal titolare della suindicata ditta di San Cataldo.

Commenta su Facebook