Carmelo Milazzo aderisce ai “Moderati per Caltanissetta” e critica il PD: “scelte calate dall’alto a Roma come in città”

697

Carmelo Milazzo, ex assessore, aderisce ai “Moderati per Caltanissetta” e lo fa criticando apertamente il Partito Democratico: “hanno fatto perdere di rappresentatività la volontà dei cittadini, pensano solo alle poltrone e non alle esigenze del territorio. Sono complici dello smantellamento della ex provincia e dello sfacelo politico amministrativo di Crocetta”, afferma Milazzo.

“L’atteggiamento del Partito Democratico nisseno ricalca perfettamente quello nazionale. Decisioni prese dall’alto, senza condivisione con la cittadinanza, assolutamente autoreferenziale e distante dalle necessità dei cittadini. Per tali ragioni non posso identificarmi più nei valori di questa sedicente sinistra e formalizzo la mia adesione al progetto dei Moderati per Caltanissetta”. Queste le parole pronunciate da Carmelo Milazzo, amministratore di lungo corso, già assessore al Comune di Caltanissetta allo sviluppo economico prima ed allo sport poi. Milazzo formalizza così l’adesione alla nuova coalizione dei Moderati per Caltanissetta composto dai consiglieri comunali Salvatore Calafato, Guido Delpopolo, Rita Daniele,oltre a Roberta Butera ed il già assessore Luigi Zagarrio.

“In questi anni – dichiara Milazzo – anche al termine delle mie esperienze amministrative, non ho mai smesso di ascoltare i miei concittadini, cercando di aggregare le forze positive del commercio e dello sport con attenzione alle fasce meno fortunate. Ebbene il Partito Democratico, ha perso l’abitudine di ascoltare i cittadini, di operare per il sociale, di pensare ai reali bisogni della gente. Ci sono delle sacche di povertà e malessere incredibili nel nostro territorio ed invece questi uomini di partito pensano solo a poltrone e incarichi. Lo stesso partito Democratico, è il corresponsabile dello smantellamento della nostra ex provincia, sostenendo la inazione amministrativa di Crocetta. I sostenitori di questo presidente sono solo capaci di abbaiare al lupo al lupo, salvo poi accontentarsi di poltrone. 50 assessori in due anni sono un record negativo impareggiabile ed i risultati di questo sfacelo per il territorio sono ben visibili. Qualche mese fa Cracolici sparava a zero contro il governatore ed oggi è assessore ai forestali. Stessa cosa sta accedendo anche a livello locale. Il Partito Democratico ha fatto perdere di rappresentatività la volontà dei cittadini, non incide affatto nell’azione amministrativa di Ruvolo che al momento naviga a vista con innegabile improvvisazione. Il quadro è desolante, i cittadini sono stanchi ed io che sono stato in posizione volutamente defilata da questo contesto, preferisco smarcarmi e non vergognarmi più di appartenere ad un partito che fa riforme con un presidente del consiglio non eletto da alcuno. Con i Moderati per Caltanissetta – conclude Milazzo – vogliamo condividere un progetto che sia capace di dare eco alle esigenze dei miei concittadini. La gente ha bisogno di risposte ed è schifata da chi invece pensa solo a poltrone ed incarichi”.

Per Milazzo è inutile un ragionamento oggi su posti in giunta e poltrone, fa sapere a Radio CL1. Un impegno in maggioranza si potrà concretizzare solo se ci sarà una ri-discussione complessiva dell’assetto di governo.

Commenta su Facebook