Carlo Vagginelli (PD): “Bisogna far saltare clientele mafie e parassitismi”

118

La nota stampa di Carlo Vagginelli segretario del circolo “Guido Faletra” del Partito Democratico di Caltanissetta a commento dell’operazione “La Bella vita” conclusasi ieri con sette arresti per mafia, estorsioni e traffico di droga.

Clan mafiosi che si riorganizzano spacciando cocaina a professionisti della buona borghesia locale. Imprenditori che pagano il pizzo in silenzio, senza denunciare nulla, in barba alle mille parole sulla legalità spese a favore di telecamere da tutte e tutti.

E poi, a Marianopoli, a pochi chilometri di distanza dalla nostra città, due donne muoiono di fame, tra solitudine, escrementi ed immondizia.

Tutto ciò a poco più di un anno dall’omicidio di Adnan Siddique, assassinato per aver trovato il coraggio di denunciare mafiosi e caporali. Quello stesso coraggio che tante e tanti tra noi non riescono a darsi.

Insomma, cosa dobbiamo aspettare per capire che questo territorio è violentato da un sistema di potere che produce ingiustizie, miserie e povertà?

Quanto tempo dovremo attendere prima che la vana retorica sulle bellezze ed il potenziale della nostra Sicilia centrale ceda il passo ad una consapevolezza profonda del fatto che occorre combattere per far saltare in aria consorterie, clientele, mafie e parassitismi?

Cos’altro deve accadere perché diventi evidente che nella nostra provincia esiste una gigantesca questione sociale?

Questioni difficili, ma credo che ce ne sia una ancora più complessa.

Quando riusciremo dotarci di un partito che abbia la forza, la determinazione e la lungimiranza necessarie per porre queste domande e per cercare le risposte?

Al fondo, credo che il problema stia tutto qui.

Commenta su Facebook