Carichi di lavoro sempre più pesanti, infermieri sotto stress. Il Nursind chiede un segnale all’Asp

146

“Bisogna lanciare un segnale di attenzione agli infermieri e agli operatori sanitari. L’Asp di Caltanisetta si attivi subito per sostenere chi ha sempre lavorato per garantire i servizi sanitari”. È quanto chiede la segreteria territoriale del Nursind nisseno che invoca misure immediate per aiutare il personale. “Nonostante le nostre precedenti richieste e segnalazioni – scrive in una nota il sindacato – oggi nessuna reale iniziativa di riconoscimento è stata attivata”.

Il sindacato sollecita quindi la pubblicazione dell’avviso pubblico per reclutare personale infermieristico, “che sembrava imminente ma così non è stato”.

Il Nursind torna a chiedere “l’assunzione di infermieri e personale di supporto in numero adeguato all’elevato carico assistenziale per garantire la corretta assistenza”. E ancora, chiede “il riconoscimento di indennità di rischio biologico a tutti quei professionisti che prestano servizio a contatto diretto con persone contagiate, il riconoscimento di indennità di area critica a tutti i colleghi che sono stati reclutati nelle terapie intensive e sub-intensive, una maggiorazione oraria per tutte le ore di lavoro eccedenti la normale programmazione che si sono rese necessarie per affrontare l’emergenza”. Il Nursind rivendica quindi “l’attivazione di prestazioni aggiuntive e premialità per tutto il personale”.

Commenta su Facebook