Carcere Malaspina. Latrine al posto di bagni. La denuncia dell'Osapp: "Igiene al limite di tollerabilità"

724

Carcere MalaspinaLatrine al posto dei bagni. Un anno fa il problema erano gli stracci ed i secchi che il personale del Carcere Malaspina era costretto a portare da casa. Adesso le condizioni igieniche in generale sono intollerabili, almeno stando alla denuncia di Mimmo Nicotra dell’Osapp.

“Presso la casa circondariale di Caltanissetta le condizioni igieniche delle sezioni detentive sono al limite della tollerabilità”. Lo afferma il vice segretario generale dell’Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria (Osapp) Domenico Nicotra in una nota nella quale denuncia le scarsissime condizioni igieniche in cui il personale di polizia penitenziaria è costretto ad operare e chiede un intervento dell’amministrazione penitenziaria. Nicotra osserva come “locali vetusti, per i quali anche la manutenzione ordinaria è diventata un miraggio, il sovraffollamento, la presenza di molti detenuti fumatori allocati in celle adiacenti alle postazione destinate al personale di Polizia stanno rendendo il quotidiano e lungo lavoro dei poliziotti un’agonia permanente. A questo – conclude il sindacalista – si deve aggiungere che i servizi igienici destinati ai poliziotti in servizio sono assolutamente paragonabili a delle vere e proprie latrine”.

Commenta su Facebook