Carabinieri, celebrato il 204° anniversario della fondazione. Il messaggio del Presidente della Repubblica

988

Si è celebrato martedì 5 giugno, in una atmosfera di sana partecipazione, il 204° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Teatro della manifestazione la Caserma Guccione di viale Regina Margherita che ha ospitato le massime autorità civili militari e religiose, una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, della Marina Militare, della Croce Rossa, delle Guardie Zoofile e della Guardia di Finanza con il Ten. Col. Eugenio Bua e il Maggiore Sebastiano Rapisarda. Festosi, ma tenuti a bada dalle insegnanti, i bambini della scuola Filippo Cordova che con in mano il tricolore hanno lasciato passare un bellissimo messaggio:  siamo noi la Società del futuro.

Intervista al col. Gerardo Petitto Comandante Prov.le dei Carabinieri

Il  Col. Gerardo Petitto

Alzabandiera, come di prammatica, e onori militari al Comandante Provinciale Col. Gerardo Petitto che dopo avere passato in rassegna il picchetto d’onore comandato dal Capitano Luigi Balestra, ha lasciato che venisse data lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Comandante Generale dei Carabinieli Gen. C.A. Giovanni Nistri.

“La storia dell’Arma – ha detto il Presidente Mattarella nel suo messaggio –  si continua a identificare con quella del Paese al servizio del quale costituisce presidio fondamentale e immutabile dei valori di libertà, democrazia e legalità”.

Mentre il Generale C.A. Giovanni Nistri, Comandante Generale dell’Arma, ha voluto ricordare i Carabinieri caduti nell’adempimento del proprio dovere.”Nel riverire la gloriosa bandiera dell’Arma – ha detto il Gen. Nistri – rivolgo un commosso pensiero ai nostri caduti che hanno offerto la vita per il bene della collettività e abbraccio idealmente i loro congiunti manifestando la riconoscenza e il partecipe sostegno di tutta l’Arma”.

Messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La parola quindi al Comandante provinciale Col. Gerardo Petitto che ha subito ringraziato le autorità di Caltanissetta e Gela presenti e le varie rappresentanze che con la loro presenza hanno inteso mostrare la loro vicinanza all’Arma.

Messaggio del Comandante Generale dei Carabinieri Gen. c.a. Giovanni Nistri

“Lo scorso anno, in questa sede – ha detto il col. Petitto – indicavo le linee programmatiche per il periodo fin qui trascorso da allora: ripianamento progressivo degli organici, lotta al consumo di stupefacenti – un vero e proprio furto del futuro verso le nuove generazioni –  contrasto alla criminalità organizzata e predatoria. Non sono solito esaltare i successi o l’avvenuto raggiungimento degli obiettivi programmati attraverso l’attività svolta, preferendo demandare ogni considerazione al riguardo a coloro sui quali tale attività quotidianamente incide. L’obiettività dei numeri attesta, anche per quest’anno, un aumento dei numerosi arresti e denunce in un contesto di calo della delittuosità complessiva”.

Una festa dei Carabinieri, dunque,  ma anche una festa per i cittadini onesti che dalla Giustizia non hanno nulla da temere. Come sempre, la manifestazione si è conclusa con un rinfresco nei locali della Caserma.

Cliccare sui link sottostanti

I premiati 2018 204° anniversario

Discorso del Comandante Col. Gerardo Petitto

 

FOTOGALLERY

Commenta su Facebook