Il Capitano della Real Maestranza in visita all’ospedale e a Casa Rosetta porta un sorriso ai malati e ai più deboli

356

real maestranza casa rosetta 2Visite istituzionali, come da tradizione, in occasione del Venerdì Santo per la Real Maestranza. Il capitano Filippo Aleo, insieme ad una delegazione si è recato in mattinata all’ospedale Sant’Elia per portare un sorriso ai malati. La Real Maestranza è stata accompagnata dal direttore sanitario di presidio Raffaele Elia in visita per i reparti. La mattinata si è conclusa a Casa Rosetta dove il capitano è stato accolto da Don Vincenzo Sorce, dagli ospiti e dagli operatori dell’associazione. L’evento si è concluso con lo scambio dei doni. Il quadro donato dal capitano è stato consegnato ad un piccolo ospite della comunità. “Grandi emozioni – ha detto il capitano Filippo Aleo – ci tenevo molto e spero di aver portato qualche minuto di gioia ai pazienti dell’ospedale Sant’Elia e anche a Casa Rosetta dove real maestranza casa rosetta 3vi è una bellissima realtà. Questa sera accompagneremo il Cristo Nero, una processione molto sentita e religiosa e concludiamo domenica con la cerimonia di Pasqua e la consegna delle chiavi della città. Una delle più belle esperienze della mia vita, che viene fuori dal mio impegno come artigiano, e sono onorato veramente di aver ricoperto questo ruolo”. Un momento importante per gli ospiti di Casa Rosetta, come sottolineato da Don Vincenzo Sorce. “Si tratta di un legame con la storia e le tradizioni del nostro territorio. Casa Rosetta si riannoda alla Real Maestranza come una organizzazione di servizio e di economia solidale, poiché rappresenta il lavoro artigianale del real maestranza casa rosetta 5nostro territorio. Certo si potrebbe sviluppare una maggiore collaborazione nel corso dell’anno. Noi con tutte le comunità di Caltanissetta abbiamo celebrato una straordinaria Via Crucis con i testi preparati dagli ospiti della Comunità, i disabili, i malati di Aids, i tossicodipendenti, uomini e donne. Noi viviamo intensamente la Settimana Santa con la vita ferita di queste persone e oggi davvero abbiamo sentito forse la presenza di Gesù che andava al Calvario accompagnato da tutti questi ragazzi”.

Commenta su Facebook