Cantieri lavoro, vaucher senza tetto, fondo garanzia grandi eventi. Le novità del bilancio della giunta Ruvolo

1148

foto 4 (1)“Cercheremo di condividere l’idea che il bilancio appartiene alla vita di questa città. Fino ad oggi il bilancio è stato percepito come qualcosa di distante. Parte oggi il lavoro che porterà al vero e proprio bilancio partecipativo, nel 2015, che è un’altra cosa”. Così il sindaco Giovanni Ruvolo, ha iniziato la prima assemblea cittadina per illustrare il bilancio di previsione e in particolare le novità riguardanti, tra le altre cose la nuova tassazione Tasi e Tari, che rientreranno nella Iuc, imposta unica comunale. L’assemblea si è tenuta in un’affollata sala dell’oratorio della parrocchia San Giuseppe, in cui sono intervenuti oltre al sindaco l’assessore Boris Pastorello che ha spiegato nei particolari le novità del nuovo bilancio e gli assessori Pietro Cavaleri, Massimiliano Centorbi e Marina Castiglione, accompagnati dal ragioniere generale Claudio Bennardo. Tante le novità, come detto, tra le quali spiccano alcuni provvedimenti inseriti nel bilancio, che seguono il programma di Alleanza per la città, e la nova Tassa sui servizi indivisibili che sostituisce la vecchia Imu, a cui vanno aggiunti i servizi comunali come illuminazione, verde pubblico.

“Il bilancio, la Tasi e la Tari, sono stati impostati in coerenza con quanto detto in campagna elettorale e la presentazione degli strumenti avviene nell’assemblea cittadina, prima di portare la delibera in consiglio comunale, per una condivisione con i cittadini”, ha detto ancora il sindaco Ruvolo, prima di cedere la parola all’assessore Pastorello.

foto 4 (1)Nonostante un bilancio definito “ingessato”, ha spiegato l’assessore al ramo, si sono inseriti da subito, quindi nel previsionale 2014, gli elementi che caratterizzano la nuova programmazione.

15 cantieri da 15 mila euro
Non saranno avviati subito tutti i 15 cantieri, ma nell’arco di tre anni. Nel2014 cinque cantieri per 75 mila euro, nel 2015 10 cantieri per 150 mila euro nel 2016, 15 cantieri per 225 mila euro.
Vaucher per senza tetto
Ci sono tanti senza tetto, molti sono nisseni, che vivono il dramma della casa, di un posto dove dormire, ma anche tanti migranti che bivaccano e in attesa del permesso di soggiorno, rimangono sotto il ponte di contrada Pian del Lago.
“Su sollecitazione Cavaleri – ha detto Pastorello – abbiamo mantenuto la promessa dei Vaucher. Un nuovo modo di intendere la sussidiarietà”

Dalle 20 della sera alle 8 mattino, con un vaucher che costerà 10 euro all’amministrazione, avranno un pasto la sera, la colazione e un letto, e se si tratta di nucleo familiare, si farà in modo di sistemarli in un’unica stanza, evitando la promiscuità e mantenendo l’unità familiare.
Per il triennio, previsti 40 mila euro per i vaucher
Risorse economiche per la partecipazione

La partecipazione ha un costo, “sono i costi della democrazia”, è stato spiegato dal sindaco Ruvolo e dall’assessore Pastorello. Sono 30 mila euro, per il triennio, le somme stanziate per avviare strumenti di partecipazione e realizzare il bilancio partecipativo. Somme che serviranno a una campagna di comunicazione, con cui i cittadini sceglieranno come destinare le somme nei vari capitoli di spesa, e in un singolo capitolo a quali progetti.
Ufficio Europa
Il bilancio 2014 prevede somme per lanciare l’ufficio Europa.. Previsti 10 mila euro.
Il fondo di garanzia per gli eventi e il microcredito
“Il sindaco ha voluto che condividessimo due voci innovative, microcredito e fondo eventi.
Al Micro credito vannno 100 mila euro, somma che viene messa a garanzia delle banche cooperative per i giovani che intraprendono attività impresa con difficoltà di accesso al credito. In realtà sono centounomila e ottocento euro grazie al CRAL giustizia che ha devoluto gli incassi di uno spettacolo, 1.800 euro, al micro credito.
Fondo eventi, novità assoluta da 100 mila euro
Una voce è stata prevista, da cui attingere per la realizzazione di eventi di rilevanza , messi a garanzia della realizzazione dell’evento e che verranno restituiti dall’impresario. L’acconto, spesso impegnativo per un artista di peso, viene così ammortizzato. Il comune interviene anticipando e poi l’impresario restituisce dopo l’evento, grazie agli incassi. Somme che vengono dunque investite per organizzare eventi speciali di rilievo, ma che poi vanno restituiti.

Eventi, cultura e sport: al via la razionalizzazione.
“Ultima voce, novità apportata dalla giunta, è la razionalizzazione degli eventi in città. In 20 giorni la giunta e l’assessore alla cultura cultura, Castiglione, hanno organizzato una stagione estiva per regalare un’estate alla città. A costo zero, con manifestazioni donate dai nisseni ai nisseni”.
“Caltanissetta è anche fucina di grandi eventi ma fino ad oggi non messi in rete e con rischio doppioni o vuoti. Adesso saranno monitorate le attività e i soggetti promotori di cultura e sport e con la messa in rete, si potranno razionalizzare gli eventi e ogni giorno ci sarà qualcosa da vedere, sentire per far avvicinare turisti”. Per tale progetto sono inseriti 30 mila euro in bilancio. 

Commenta su Facebook