Canone depurazione, Caltaqua “rimborso in bolletta per le utenze non servite”

1072

Il rimborso della quota relativa al canone di depurazione alle utenze ricomprese nella zona Sud di Caltanissetta avverrà direttamente in fattura senza, pertanto, che sia necessario procedere a specifica istanza.

La nuova modalità operativa è stata definita da Caltaqua – Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per la provincia di Caltanissetta, in relazione ad alcune segnalazioni concernenti il pagamento del canone di depurazione da parte di utenze che, si asserisce, non fruiscano di tale servizio.

“In tal senso – spiega la società – così come comunicato anche nei giorni scorsi, Caltaqua ha avviato da tempo una capillare e specifica azione di monitoraggio e analitico controllo che si prevede potrà essere ultimata entro la fine dell’anno”.

Nelle more dell’acquisizione dei risultati completi, che consentiranno di avere un quadro di sintesi dettagliato della situazione, “il gestore ha intanto individuato come metodologia operativa il rimborso in fattura venendo in questo modo incontro all’utenza evitando ulteriori adempimenti e, consequenzialmente, accorciando i tempi di definizione”.

Fin qui la nota di Caltaqua. Nei giorni scorsi il Movimento 5 Stelle aveva avviato la consegna dei moduli per il rimborso alle

la mappa stilata dal M5S
la mappa stilata dal M5S

utenze non coperte dal servizio di depurazione fognaria, voce che però viene inserita in bolletta. I pentastellati avevano anche divulgato una mappa delle aree prive di tale servizio (nella foto a lato).

Commenta su Facebook