Cannabis e uso di stupefacenti, al “Mottura” incontro con la partecipazione della polizia polacca

731

Si è svolto questa mattina all’istituto Sebastiano Mottura di Caltanissetta un Report internazionale Erasmus plus “Spot shot”, sul tema della promozione delle buone pratiche di vita in favore dei giovani, per il contrasto dell’uso di stupefacenti. La manifestazione si inserisce nell’ambito del programma di eventi realizzati in occasione dell’8° Kalat Nissa Film Fest. Relatori Marek Swiszcz capo della Polizia di Radom, il tenente colonnello dell’Arma dei Carabinieri Antonino Restuccia, il sostituto commissario della Polizia di Stato Salvatore Falzone, il farmacista dr Salvatore Messana e la d.ssa Giovanna Bona dirigente del Sert. Dopo i saluti del dirigente scolastico professoressa Laura Zurli, alla presenza dei ragazzi, i docenti prof. Fernando Barbieri e prof.ssa Cinzia Traina hanno esposto un reportage di un progetto scolastico dal titolo Live Evil, curato dall’associazione cinematografica e culturale Laboratorio dei Sogni di Caltanissetta, di cui il prof. Barbieri è presidente. Nel corso della realizzazione del video che è stato proiettato stamattina, i ragazzi, in vari momenti, hanno intervistato Salvatore Messana, che ha trattato il tema della cannabis sotto il profilo terapeutico il sostituto commissario Salvatore Falzone e la dottoressa Bona. Al responsabile dell’ufficio stampa della Questura, che cura i progetti di legalità nelle scuole, sono state rivolte dai ragazzi diverse domande sulla normativa vigente che disciplina l’utilizzo della cannabis. Interessante lo scambio culturale avvenuto con la presenza della delegazione della Polizia di Radom (Varsavia), che con i ragazzi di tutta Europa ha svolto interessanti attività attraverso un progetto di cinematografia.

Commenta su Facebook